UN OTTO MARZO OLTRE LE PAURE E GLI STEREOTIPI. DONNE CUORE DELLE PERIFERIE ESISTENZIALI. L’ARMONIA E’ DONNA!

Festa delle donne, giornate come questa, servono a ricordare come i cambiamenti sono lenti, i tanti gap che resistono tra i due sessi, le discriminazioni, il non rispetto, le violenze. Insomma il fantasma della parità. Anche al di là delle provocazioni leghiste, da concetti fuori del tempo, da strumentalizzazioni, da pistole che sostituiscono i vaccini.

L’8 marzo non è , però, neanche la festa delle mamme, il rischio è che diventi il suo opposto. Nell’agenda dei diritti, superando gli ostacoli di carattere economico,organizzazione del lavoro penalizzante, la prospettiva culturale dominante, dovremmo inserire anche questo:famiglia e maternità. Non è un discorso a senso unico vale anche per gli uomini.

Un otto marzo oltre le paure, c’è un universo femminile che cambia il mondo. Donne cuore delle periferie esistenziali, instancabili, sempre in prima linea. Ed io lo vedo, lo tocco con mano. Con  la loro forza instancabile, coerente, continuativa quelle periferie le cambiano, le rinnovano, le purificano, le rianimano.

Ecco, c’è un otto marzo che va festeggiato per tutto quello che l’universo femminile fa per il Paese, non per quello che di meno, in termini di diritti e lavoro riceve dal Paese.

Sperimento in prima persona il coraggio, la determinazione e l’impegno come caratteristiche comuni di chi ha fatto dell’attenzione verso il prossimo, gli ultimi e i diseredati una ragione di vita. Anche del proprio impegno professionale.

Tanti loro gesti si traducono in speranza, nei diversi contesti sociali.

La donna è per portare armonia ha detto papa Francesco qualche settimana fa.

Così ancora papa Francesco:” Senza la donna non c’è armonia. Uomo e donna non sono uguali, non sono uno superiore all’altro:no. Soltanto che l’uomo non porta armonia:è lei. E’ lei che porta quell’armonia che ci insegna ad accarezzare, ad amare con tenerezza e che fa del mondo una cosa bella.”

 

Previous LA PORTATA ENORME DELLE PRIMARIE COME STRUMENTO DI DEMOCRAZIA DIRETTA. NON E' PIU' IL TEMPO DELL'INDIFFERENZA E DELLA RINUNCIA.
Next "PER AMORE DEL MIO POPOLO NON TACERO'",IL MESSAGGIO PROFETICO DI DON PEPPE DIANA.

L'autore