ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016: DEJA VU TRA DE MAGISTRIS E LETTIERI, TONFO PD

Ci si appresta dopo 4 anni, ad nuovo dèja vu per le elezioni a sindaco di Napoli, tra il candidato lista Dema, nonche’ sindaco uscente, De Magistris e il candidato di varie liste civiche, appoggiato da Forza Italia, Lettieri. Dagli Exit Poll della Rai, l’ex magistrato orbita attorno al 42% dei consensi, mentre l’imprenditore campano raggiunge momentaneamente  un risicato 24%, permettendogli comunque di scalzare dalla lotta al ballottaggio, la candidata del Partito Democratico, Valeria Valente, che paga il supporto renziano e il sostegno di Verdini, alquanto discusso in Campania. Una delusione annunciata l’epilogo delle elezioni amministrative per  il Movimento 5 stelle, che si attesta attorno al 10%, con il suo rappresentante Brambilla, praticamente fuori dai giochi, che gli permettera’ comunque di entrare in Consiglio, e di monitorare le varie dinamiche politiche, di Palazzo S.Giacomo. Il candidato sindaco penstastellato, paga sia per suoi errori di comunicazione( ha dichiarato pubblicamente di tifare Juventus in territorio campano, prima delle elezioni), che errori del Movimento, con la totale assenza di Grillo a suo supporto, creando il cosiddetto, voto disgiunto di elettori pentastellati verso la lista Dema di De Magistris. Il probabile ballottaggio tra De Magistris e Lettieri, sembra un film gia’ visto, ma a parti invertite, dove nel 2011, Lettieri comandava la prima tornata elettorale, per poi farsi rimontare da De Magistris, nel ballottaggio finale. Ma la giornata di ieri ha ulteriormente ravvisato problemi  particolarmente gravi per lo sviluppo del territorio campano, uno su tutti l’astensionismo, che rispetto alle elezioni amministrative del 2011,(60,33%)  e’ notevolmente aumentato, facendo registrare il 54,14% di affluenza alle urne, ben al di sotto della media nazionale(62,14%).

Lettieri_De_MagistrisR400

Previous CRISCUOLO, ASSOCIAZIONE PROSPETTIVE RADICALI ( CE) : "SAVIANO STRUMENTO IGNARO DEI SOGGETTI VERSO CUI HA PERDUTO LA SPERANZA".
Next OCCORRE UN SERIO ESAME DI COSCIENZA NEL PD NAPOLETANO

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Caso Cucchi, requisitoria del pm: “Eʼ stato un processo kafkiano” | “Morte causata da caduta per pestaggio”

“Le lesioni più gravi sono state prodotte dalla caduta dopo un violentissimo pestaggio”. Lo ha detto, nell’aula bunker di Rebibbia, il pm Giovanni Musarò durante il processo sulla morte di Stefano Cucchi,

Qui ed ora

PADOAN:” RESTO CONVINTO CHE I BENEFICI DELL’AZIONE DI GOVERNO DI QUESTI ULTIMI 4 ANNI SI VEDRANNO IN MODO EFFICACE ED EVIDENTE NEI TRIMESTRI A VENIRE”

“Resto fermamente convinto che i benefici dell’azione di governo di questi ultimi 4 anni si vedranno in modo più efficace ed evidente nei trimestri a venire. Bisogna continuare con questa

ultimissime

TERREMOTO D’ISCHIA:DUE MORTI,2600 SFOLLATI. BORRELLI(PROTEZIONE CIVILE):”CASE COSTRUITE CON MATERIALE SCADENTE.”

“Come mai tanti danni da un sisma di magnitudo 4.0? C’è un discorso di specificità dell’isola d’Ischia che è in area vulcanica. Quello che però ho potuto vedere oggi è

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi