ELIO PARIOTA.” I VIAGGI DELLA SPERANZA PER UN POSTO DI LAVORO, UNA VERGOGNA NAZIONALE.”

Ventotto anni di media, provenienti da tutta Italia, in prevalenza meridionali. Un esercito di tremila giovani catapultati a Torino – destinazione Ospedale Humanitas Gradenigo – per giocarsi il proprio jackpot professionale: un lavoro da infermiere, stipendio fisso, una manna di questi tempi.

Nei loro occhi l’intima rassegnazione di chi si accinge a scalare una montagna. Cinque posti a disposizione, 1 a 600 il rapporto. Da brividi. Per chi ce la farà si aprirà finalmente uno squarcio di futuro diverso, fatto di entusiasmi e di progettualità al momento tristemente negate alla foltissima pattuglia dei disoccupati.

Questo esodo fa il paio con quello di qualche mese fa, quando altrettanti tremila ragazzi si recarono all’Azienda Usl di Parma, stavolta per contendersi un unico posto da infermiere.

Due viaggi della speranza. Una vergogna nazionale. L’immagine plastica di un Paese incapace di offrire una prospettiva di vita dignitosa ai propri giovani. Avvitandosi giorno dopo giorno nel suo immane debito.

Previous In Afghanistan, Via alla fase organizzativa per le prossime Votazioni Amministrative
Next NAPOLI: UN 13ENNE E' STATO RICOVERATO IN FIN DI VITA PER ALCOL E DROGA

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

Regionali, Paris: «Il candidato unitario è ipotesi statutaria, non eccezione»

La settimana appena conclusa ha visto l’approvazione del Jobs Act, con annesso travaglio interno al PD, mentre il prossimo 12 dicembre i sindacati, ad eccezione della Cisl, si ritroveranno in

Officina delle idee

 I CAMBIAMENTI CLIMATICI INNESCANO UN NUOVO 1968 CON MOVIMENTI GIOVANILI DIVERSI DA QUELLI DI IERI, MA UGUALMENTE PORTATORI DI VERITA’ E A VOLTE DI UTOPIA

Sta per nascere un nuovo movimento, come quelli giovanili del lontano 1968. Anno lontano perché quei giovani non esistono più, c’è lassismo e superficialità in una gioventù  che non si

Officina delle idee

Nasce l’iniziativa “Terronian Christmas – Quartieri di Solidarietà” per aiutare i senza tetto della città di Napoli

L’arma vincente della città di Napoli è sicuramente la solidarietà. Con l’avvento delle festività non poteva non confermare questa sua caratteristica. L’associazione Terronian ha promosso un’iniziativa per aiutare i senza

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi