EMERGENZA DISABILITÀ IN CAMPANIA

Un impegno concreto per gli studenti disabili campani e la garanzia del diritto al trasporto scolastico: è questo l’oggetto dell’incontro avvenuto due giorni or sono tra il sindaco di Napoli e della Città metropolitana Luigi de Magistris ed una delegazione dell’associazione Federhand/Fish Campania, composta dalle associazioni di Napoli e provincia (Aipd, Faidda, Marcello castigliane, DpiFamiglie in rete e Aism Auxilia).
Di recente la Federahand/fish Campania aveva espresso, attraverso il suo presidente, Daniele Romano, forte preoccupazione, condivisa dalle famiglie degli studenti, per il problema del trasporto scolastico fornito agli studenti disabili in Campania per il prossimo anno scolastico.”Quali enti gestiranno i servizi di assistenza e trasporto per gli studenti disabili che nel 2014 erano delle province?”: questo l’interrogativo posto dalla Federhand/ fishCampania, che, facendosi portavoce delle preoccupazioni delle famiglie,aveva invitato pubblicamente le istituzioni amministrative regionali, provinciali e della Città metropolitana di Napoli,oltre che la dirigenza scolastica regionale, a fronteggiare l’emergenza dell’apertura delle scuole prevista per il prossimo settembre.
Dal costruttivo confronto tra le associazioni e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris è emerso un impegno concreto assicurato da quest’ultimo nei confronti degli studenti dell’ex provincia di Napoli,responsabilità assunta lodevolmente, nonostante la legge Del Rio preveda che la competenza del trasporto scolastico degli studenti disabili non sia più imputabile alle province, ma alle regioni, che avrebbero dovuto legiferare in materia entro il 1 gennaio 2015 (tutt’ora nessuna legge è stata emanata in tal senso).
Molto apprezzato, quindi, l’interessamento del sindaco della Città metropolitana Luigi De Magistris, che si è assunto, nonostante la non obbligatorietà, la responsabilità di fronteggiare questa emergenza e di garantire il diritto allo studio delle persone con disabilità della Città Metropolitana di Napoli.
Romano, ha anche chiesto al sindaco di farsi portavoce della regione per fare in modo che anche gli studenti campani abbiano gli stessi diritti garantiti.
Oltre al tema della scuola sono stati affrontati gli argomenti dell’accessibilità, dei servizi dei parcheggi destinati ai disabili, del centro dell’impiego e delle politiche per la vita indipendente.
Alla riunione era presente anche l’assessore alle politiche sociali Roberta Gaeta, che si è impegnata ad un confronto più continuo con le associazioni. Sul fronte della Regione, invece, l’assessore alle politiche sociali, la prof. essa Lucia Fortini,vha affermato la forte volontà da parte del presidente De Luca di risolvere la questione entro la fine d’agosto, appena riprenderanno le attività istituzionali.
Ricordiamo, inoltre, che il sindacato ha comunicato di recente alle varie associazioni che nel bilancio approvato di recente, sono stati stanziati 2,5 milioni di euro per le politiche sociali, di cui una quota sarà destinata ai servizi per gli studenti con disabilità delle scuole superiori ( servizi alla comunicazione, all’autonomia e al trasporto) dell’area metropolitana.
Romano, facendosi portavoce della Federhand/ fishCampania onlus, si è detto quindi soddisfatto , almeno per quanto riguarda gli impegni assunti dal sindaco De Magistris per la Città Metropolitana:”Adesso – ha dichiarato Romano, attendiamo che la regione con la stessa solerzia agisca nella stessa direzione e determinazione, in modo che l’anno scolastico inizi per tutti”.

Previous IL NUOVO ORIZZONTE DE "LA SINISTRA"
Next PALIO DI SIENA: SALTA LA PROVA GENERALE

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

PROFUGHI: UN’ARIDA BIANCA STAGIONE

Di Alex Zanotelli È con queste parole che il noto poeta sudafricano, B. Breytenbach, dipingeva il regime dell’apartheid. In questa torrida estate non ho altre parole migliori per descrivere quest’Europa,

Economia e Welfare

INPS: NEL MESE DI DICEMBRE CALANO LE ORE DI CASSA INTEGRAZIONE ALLE AZIENDE

Nel mese di  dicembre sono state autorizzate dall’Inps 19,8 milioni di ore di cassa integrazione alle aziende con un calo del 30,1% su novembre e del 47,6% rispetto a dicembre 2016. 

Economia e Welfare

Scritte omofobe a Ospedaletto, D’Amelio: “Offendono chiunque combatte le discriminazioni”

“La vile e indecente scritta con la quale è stata imbrattata la targa anti transomofobia e violenza di genere scoperta ieri a Ospedaletto d’Alpinolo, nella giornata della Candelora, merita ferma

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi