Epstein si è suicidato in carcere. Il finanziere era accusato di abusi sessuali, sfruttamento della prostituzione e traffico di minori

Il finanziere americano Jeffrey Epstein, accusato di abusi sessuali, sfruttamento della prostituzione e traffico di minori, si è suicidato nella sua cella del carcere di Manhattan in cui era detenuto. Lo riportano i media statunitensi, precisando che il milionario si sarebbe impiccato. Il corpo senza vita di Epstein è stato trovato sabato mattino attorno alle 7.30. Il finanziere era già stato messo sotto sorveglianza dopo lo scorso 23 luglio era stato ritrovato sul pavimento della cella in stato di semicoscienza con vistose ferite al collo. Nelle ultime ore erano state diffuse le carte dell’inchiesta in cui si descrivono le attività illegali in cui Epstein era stato coinvolto, con molti dettagli scabrosi e imbarazzanti sulle abitudini sessuali del finanziere. Le centinaia di pagine sono basate sulle testimonianze anche di alcune delle vittime, soprattutto quella di Virginia Robert Giuffre, che ha accusato il finanziere di averla ridotta ad una “schiava sessuale” quando aveva solo 14 anni. Il gestore di hedge fund, 66 anni, amico di ricchi e potenti e come l’ex presidente Bill Clinton e l’attuale Donald Trump, era stato arrestato a metà a luglio a New York con accuse di traffico sessuale. Non gli era stata concessa la libertà condizionata e quindi era stato messo agli arresti in attesa di processo, che i magistrati contavano di iniziare a giugno 2020.
In precedenza Epstein aveva patteggiato una condanna a tredici mesi in una prigione di Palm Beach per crimini connessi alla prostituzione. Un accordo che aveva scatenato molte polemiche, perché de facto il miliardario con una serie di lauti indennizzi aveva evitato un possibile ergastolo.

Previous Progetto "Vacanze cardioprotette". A settembre la firma della convenzione tra Sicme Energy e Gas e Consorzio albergatori di Paestum
Next "Anch'io sono la Protezione Civile" Al via il campo scuola dal 2 al 6 settembre. Zinno: "Diffondiamo valori di cittadinanza attiva"

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

EMERGENZA DISABILITÀ IN CAMPANIA

Un impegno concreto per gli studenti disabili campani e la garanzia del diritto al trasporto scolastico: è questo l’oggetto dell’incontro avvenuto due giorni or sono tra il sindaco di Napoli

Economia e Welfare

Biotestamento ed eutanasia legale: il week end di Radicali Italiani sul fine vita. Due i tavoli a Napoli

Fine settimana all’insegna dei diritti, della laicità e del fine vita per Radicali Italiani che a Napoli, nell’ambito della Giornata del biotestamento, ha dato vita a due appuntamenti informativi in

Economia e Welfare

Il gasolio veniva venduto  “porta a porta”: è quanto scoperto dalla Guardia di Finanza di Napoli che ha sequestrato un ingente carico di carburante e denunciato l’autista della vettura per contrabbando.

Il gasolio veniva venduto  “porta a porta”, con una monovolume trasformata in una stazione di rifornimento ambulante, e una maxi evasione delle imposte pari a oltre 200mila euro: è quanto

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi