ESCLUSIVA GLOBULI AZZURRI, ANTONIO CARECA: “IL NAPOLI PUÒ ARRIVARE AL SECONDO POSTO E RIBALTARE IL RISULTATO DI TORINO. CREDO NELLA REMUNTADA”

Antonio Careca, giocatore che ha militato nel Napoli dal 1987 al 1993 vincendo con il club azzurro uno scudetto e una coppa Uefa. Il suo inno echeggia in ogni stadio d’Italia. “O carè, carè, carè tira la bomba, tira la bomba” stasera ha concesso un intervista esclusiva di Samuele Ciambriello per “globuli azzurri”, trasmissione in onda sulle frequenze di Julie Italia e Sky 819. “Contro il Real Madrid, squadra contro la quale il Napoli ce l’ha messa tutta ma che si è rivelata decisamente troppo forte. Tutti abbiamo sognato dopo un primo tempo meraviglioso e chiuso in vantaggio, ma poi la grande esperienza degli spagnoli è venuta fuori chiudendo immediatamente il discorso qualificazione. Ma questa sfida ha detto che il Napoli è quasi pronto per affrontare sfide del genere , competere a grandi livelli”. 

Chi è il giocatore che l’ha impressionato di più

Mertens è il giocatore che sta entusiasmando tutti e sopratutto non ha mai fatto rimpiangere Higuain degnamente sostituito dal polacco Milik che purtroppo è stato colpito da un grave infortunio. Poi Diawara in particolare insieme a Rog e Zielinski.

Il Napoli riuscirà ad arivvare secondo in campionato e a battere la Juve in Coppa Italia?

Tutto fa ben sperare in un futuro roseo in cui il Napoli può dire la sua e sin da subito lottando per la conquista del secondo posto e ribaltando la sconfitta di Torino in Coppa Italia. Il Napoli gioca meglio della Juventus. 

Che pensa di Sarri?

Credo che mister Sarri stia insegnando calcio a tutta l’Italia nonostante lo scorso anno sia stato oggetto di scetticismo. Mentre lui in barba a tutti, è venuto qui in punta di piedi ad insegnare il bel gioco

Qual è il suo goal che ricorda di più?

Per mia fortuna di goal ne ho fatti tanti e di ricordi di quel Napoli d’oro ne ho tanti. Formavamo la “Ma.Gi.Ca” ed eravamo un attacco stellare ma dei tantissimi gol sicuramente il più significativo è quello realizzato nella finale di Coppa Uefa contro lo Stoccarda. Una soddisfazione unica ed irripetibile.

Ringraziamo Careca per questa meravigliosa intervista. Un Careca al quale i globuli non potevano che essere solo ed esclusivamente AZZURRI.

Previous "Je sto vicino a te 3", cantaNapoli per e con Pino Daniele
Next Terra dei Fuochi, M5S: Missione a Bruxellers. Ciarambino e Muscarà incontranoCommissario europeo per la salute Andriukaitis.

L'autore

Può piacerti anche

Sport

IL BENEVENTO CADE CONTRO L’ATALANTA, 3 A 0 IL FINALE. PER I GIALLOROSSI, RETROCESSIONE AD UN PASSO

Il Benevento perde in casa 3 a 0 contro l’Atalanta nell’ultimo turno infrasettimanale del campionato di serie A e dice praticamente addio alla massima serie (anche se non ancora c’è

ultimissime

Immigrazione, fiscal compact e retroscena. Renzi presenta il suo libro”Avanti” e racconta aneddoti inediti dei mille giorni a Palazzo Chigi.

In questo libro Matteo Renzi parla della difficoltà di cambiare le cose ma anche dell’orgoglio di provarci. Degli errori e dei passi falsi ma anche dei risultati ottenuti e delle

Sport

FIORENTINA – NAPOLI: Borja Valero salta la sfida

Come si legge da un comunicato ufficiale sul sito della Fiorentina,  Borja Valero non sarà convocato per il match di domani contro il Napoli.  «Borja Valero sta proseguendo le terapie in

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi