Famiglia intossicata da monossido, muore bimba di 11 anni

Una bambina di 11 anni è morta a causa di intossicazione da ossido di carbonio, probabilmente sprigionatosi da una stufetta nella frazione di Aspro di Sassoferrato mentre il fratellino di 7 anni è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Fabriano. A dare l’allarme sono stati stamane i genitori. Sul luogo i vigili del fuoco e il 118.

I vigili del fuoco del distaccamento di Arcevia sono arrivati con una squadra di 5 uomini. Intervenuta da Ancona anche una squadra Nbcr, il nucleo specializzato per situazioni di questo tipo, con attrezzature e mezzi ad hoc. Sul luogo anche i carabinieri. I genitori, stando alle prime informazioni, non avrebbero sintomi di intossicazione e sembra che il padre fosse già uscito di casa per andare al lavoro. Le esalazioni sarebbero partite una stufetta nella camera dei bambini: la madre si sarebbe accorta dell’accaduto quando è andata a svegliarli per farli andare a scuola

Previous Da 2000 crescita media Pil Italia +0,2%
Next PARIGI, UNA FUGA DI GAS NELLA ZONA DELL'OPERA. TRE MORTI

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

QUESTIONE MIGRANTI: SAVE THE CHILDREN E SAY EYE SOSPENDONO LE LORO ATTIVITA’ DI AIUTI UMANITARI AI MIGRANTI

Save the Children annuncia di aver fermato “temporaneamente” la nave Vos Hestia, che ora si trova a Malta “in attesa di capire se ci sono le condizioni di sicurezza per riprendere

Qui ed ora

Commissione d’inchiesta sulle partecipate e gli enti della Regione, il movimento Cinque Stelle attacca

“È stato dato il via libera in Commissione Bilancio per l’istituzione di una Commissione del tutto inutile. La maggioranza si è piegata al volere dell’altra opposizione per l’ennesima poltrona, che

Qui ed ora

Morte della piccola Fortuna, il mistero s’infittisce

Sono passati sei mesi da quel tragico 24 giugno, quando Fortuna Loffredo, una bambina di soli sei anni è precipitata dal balcone di un edificio del Parco Verde di Caivano.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi