Festa del Natale, in Svizzera la polizia regala fiori al posto delle multe. Curiosa iniziativa della Polizia sangallese

Niente multe sotto Natale. Nella giornate natalizie, la polizia sangallese ha deciso di chiudere un occhio, non multando gli automobilisti che avevano posteggiato in divieto di sosta. È stata sicuramente una sorpresa quella capitata venerdì scorso agli automobilisti indisciplinati di Uznach, piccolo comune di 5500 anime situato nel Canton San Gallo. Mentre recuperavano le proprie auto, parcheggiate in divieto di sosta, hanno infatti trovato sul parabrezza un fiore accompagnato da un piccolo biglietto. «Secondo il regolamento avremmo dovuto multarla. Ma siccome a breve sarà Natale, abbiamo preferito regalarle questo fiore», era scritto sul foglietto, firmato dalla Polizia cantonale sangallese. Le forze dell’ordine hanno confermato di aver applicato il medesimo “criterio di giudizio” nei confronti di tutti gli automobilisti, precisando però di aver chiuso un occhio solo in casi entro i limiti della tolleranza. Il portavoce della Polizia sangallese, Florian Schneider, ha inoltre sottolineato come il gesto non sia da considerare come un invito a parcheggiare ovunque si voglia, spiegando inoltre che «per quanto riguarda le sanzioni di tipo amministrativo, è lo stesso agente a valutare e decidere se sanzionare un automobilista o se limitarsi a richiamarlo all’ordine».

Previous PAPA FRANCESCO:"LASCIAMOCI INTERPELLARE DAI BAMBINI.PACE AGLI UOMINI E ALLE DONNE NELLA MARTORIATA SIRIA."
Next "Io non sono anziano. Sono antico. E i mobili antichi sono i più pregiati.“ – Giovanni Trapattoni

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

ITALIA , GENTILONI :” ABBIAMO LA RESPONSABILITA’ DI NON DISPERDERE I RISULTATI RAGGIUNTI IN QUESTI ANNI”

“Siamo consapevoli di avere nelle nostre mani una grande occasione e anche una grande responsabilità: la responsabilità è non disperdere i risultati raggiunti in questi anni e l’occasione è una

ultimissime

Carceri: il Garante siciliano Fiandaca, su scarcerazioni boss polemiche diversive

‘Scontro Di Matteo-Bonafede? Non e’ un affare importante’.  Sullo scontro tra il ministro Alfonso Bonafede e il magistrato Nino Di Matteo taglia corto: “Non e’ un affare importante”. Per Giovanni

ultimissime

Governo, Lega-M5s: ok a contratto. Mattarella attende testo definito

“Il tavolo ha concluso il suo lavoro, adesso il risultato di questo lavoro verrà sottoposto all’attenzione di Luigi Di Maio e Matteo Salvini affinché possano confrontarsi su alcuni punti che ancora vanno

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi