Festa di Sant’Antonio da Padova

Come ogni anno, la domenica successiva al 13 Giugno (giorno della morte del Santo, 1231), la comunità corese festeggia Sant’Antonio da Padova, il «Martello degli Eretici», Sacerdote e Dottore della Chiesa. Portoghese di nascita (Lisbona, 1195), si trasferì in Italia dove morì (a Padova) dopo una vita di preghiera e penitenza; predicando ed insegnando; convertendo eretici, difendendo gli oppressi e soccorrendo i poveri. Trattava con rigore potenti e notabili che avrebbero dovuto guidare e proteggere i popoli, invece di inseguire il loro tornaconto. Nel 1221 incontrò San Francesco d’Assisi, durante il Capitolato Generale della Pentecoste. Papa Gregorio IX lo proclamò Santo dopo neppure un anno dalla morte.

Il programma religioso, anticipato dai giorni della tredicina e dal triduo solenne presso la Chiesa di San Francesco (mercoledì 12, giovedì 13, venerdì 14, ore 17:00), si concluderà sabato 15 con la santa messa delle 18:00 e poi la processione della statua del Santo per le strade di Cori valle, accompagnata dalla Banda Musicale di Frascati.Domenica 16 alle 8:30 e alle 11:00 le sante messe con benedizione e dono del pane di Sant’Antonio, simbolo della carità e di comunione. La tradizione del Pane di sant’Antonio trae origine dal miracolo di Tommasino, bimbo di 20 mesi affogato in un mastello d’acqua e tornato in vita quando la madre pregò il Santo facendo voto che se avesse ottenuto la grazia avrebbe donato ai poveri tanto pane quanto era il peso del bambino

Cornice delle celebrazioni il Complesso Monumentale di San Francescoeretto nel Cinquecento in favore del Santo di Assisi, che Sant’Antonio incontrò nella primavera del 1221, quando Francesco, in occasione della Pentecoste, radunò i Frati per il Capitolo generale. Il programma civile organizzato dal Comitato, col sostegno degli sponsor e della questua, patrocinato dal Comune di Cori, prevede per domenica 16, alle ore 20:30, a piazza della Croce, lo spettacolissimo con Rosanna Fratello. A seguire l’estrazione della Lotteria con ricchi premi e il finale pirotecnico dei Fuochi d’Artificio in Musica. Il ricavato dei festeggiamenti varrà devoluto al restauro di alcuni quadri della Chiesa di San Francesco che versano in precario stato di conservazione.

Previous Università Telematica Pegaso: Presentazione del convegno "Affettività e Habitat: un Binomio di Diritti Negato in Carcere".
Next CALCIOMERCATO, REAL MADRID: ACCORDO CON HAZARD

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

P. Pedicini: “Tagli ai servizi sanitari per i disabili campani. Caldoro si vergogni!”

“La Regione Campania ha effettuato tagli ai servizi sanitari per i disabili campani con l’obiettivo di far quadrare i conti del bilancio regionale. Caldoro si deve vergognare!”. Con queste parole

Economia e Welfare

Terremoto Ischia: Beneduce, adeguamento sismico resta su carta

“Ad ogni evento sismico si rispolverano dati e leggi sull’inadeguatezza del patrimonio immobiliare italiano e sulla necessità di un miglioramento e messa in sicurezza; passato lo sgomento e la paura

Economia e Welfare

Attentati a Bianchino, D’Amelio: “Domani l’Anticamorra a Montoro” Su richiesta della presidente seduta straordinaria della commissione regionale

    Dopo gli attentati al sindaco Mario Bianchino, giovedì 4 maggio alle ore 11, presso la sala consiliare del Palazzo Municipale, sito in piazza Michele Pironti, è convocata in

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi