FEYENOORD-NAPOLI:2-1 . SCONFITTA INASPETTATA E BRUTTA, MOMENTACCIO DEL NAPOLI. AZZURRI IN EUROPA LEAGUE!

Termina il cammino in Champions per il Napoli di Maurizio Sarri .  La  sconfitta rimediata  , allo stadio De Kuip contro il Feyenoord per 2-1 , e la contemporanea vittoria dello Shakhtar contro il Manchester City sanciscono l’eliminazione dei partenopei .

Per quanto concerne le formazioni ,Maurizio Sarri opta per il suo collaudato 4-3-3 e conferma le sensazioni della vigilia : Reina tra i pali ; difesa a quattro con Hysaj e Maggio( preferito a  Mario Rui) a presidiare le corsie esterne ,mentre la coppia centrale è formata dal duo Koulibaly-Albiol . A centrocampo ,spazio a Diawara( che vince il ballottaggio con Jorginho),coadiuvato da Hamsik ed Allan ,mentre in attacco ,vista l’assenza di Lorenzo Insigne,confermato  Zielinski che completa  il tridente azzurro assieme a Mertens e Callejon .Per quanto riguarda il Feyenoord , il tecnico olandese Van Bronckhorst ,opta per il 4-3-3 ,marchio di fabbrica del calcio olandese :  Vermeer  in porta ; difesa a quattro composta da  Van Beek, Malacia ,  Tapia e Nieuwkoop. A centrocampo ,spazio al trio Amrabat, Toormstra, Vilhena mentre in attacco ,confermato Jorgensen,supportato da Berghuis e Boetius . L’avvio gara è tutto di marca azzurra : la squadra di Maurizio Sarri spinge subito il piede sull’acceleratore e trovano il vantaggio al 2’minuto con Zielinski ,che sfrutta un errato disimpegno della retroguardia olandese ed in mischia batte Vermeer ,portando in vantaggio i partenopei ; secondo centro in Champions per il talento polacco ,pupillo di Sarri ai tempi della sua esperienza all’Empoli . Gli azzurri ,dopo il vantaggio ,continuano ad imprimere un buon ritmo alla contesa e sfiorano il raddoppio prima con Mertens ,stoppato dal grande intervento di Vermeer ,e poi con Hamsik che ad un passo dalla rete , viene anticipato da Tapia. La squadra di Sarri domina, ma (forse distratta dalle brutte notizie che arrivano dall’Ucraina, visto il doppio vantaggio dello Shakthar sul City) subisce al tramonto del primo tempo il pareggio degli olandesi ,firmato da Jorgensen che anticipa Albiol ed insacca Reina , facendo esplodere il De Kuip. Con la rete dell’attaccante danese ,termina un primo dominato dagli azzurri ,puniti alla prima disattenzione . Nella ripresa ,il tecnico azzurro Maurizio Sarri prova a scuotere la squadra ,inserendo Rog per Allan ed Ounas per Callejon , ma ormai i partenopei hanno staccato la spina dal match ,tanto che nel finale ,subiscono il vantaggio olandese firmato da  St. Juste che chiude la partita ,regalando la prima vittoria nel girone alla squadra di Van Bronckhorst. Una sconfitta amarissima che sancisce l’eliminazione della squadra di Sarri, che ora punterà tutto sul campionato e sull’Europa League. Per il Nostro Direttore Samuele Ciambriello :“La terra d’Olanda continua a non portare fortuna agli azzurri. Non chiudono la partita in un paio di occasioni e poi portano la testa altrove, dimenticandosi di fare gioco, di mettere in campo fantasia,velocità e determinazione. Negli ultimi trenta metri, pur controllando il gioco non sono pericolosi. Sconfitta clamorosa. una mazzata psicologica ed economica l’uscita dalla Champions. Mercato necessario”

Previous CARDINALE BASSETTI:" L'ITALIA E' UNA TERRA BELLISSIMA MA FRAGILE"
Next FEYENOORD-NAPOLI,LE DICHIARAZIONI POST-GARA DEL CAPITANO AZZURRO HAMSIK:" E' DURA USCIRE DALLA CHAMPIONS , MA ADESSO PROVEREMO A VINCERE L'EUROPA LEAGUE!"

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

GIORNATA MONDIALE PER L’ABOLIZIONE DELLA SCHIAVITU’, BOLDRINI:” MANTIENE UNA SUA DRAMMATICA ATTUALITA’, PERCHE’ TROPPI SONO ANCORA GLI STATI DOVE SI RIPRODUCE IN FORME VECCHIE E NUOVE”

“Mantiene una sua drammatica attualità la Giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù, perché troppi sono ancora gli Stati in cui questo fenomeno si riproduce in forme vecchie o nuove. Anche

ultimissime

GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA.Con la vita tutta intera, come Madre Teresa e il Papa.

Nella Giornata nazionale per la vita del 5 febbraio i vescovi italiani invitano a riflettere sull’esempio di Madre Teresa e sugli insegnamenti del Papa. Accomunati da una visione coerente dell’uomo.

ultimissime

4 anni di battaglie ma ora il reato di tortura è legge .Votano a favore PD e AP.

È un altro provvedimento di civiltà: nel codice entra il reato di tortura. Dopo anni di lavoro parlamentare la Camera ha approvato in via definitiva il ddl che introduce il

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi