Fonti Ue, Gentiloni commissario agli Affari economici, uno degli incarichi più rilevanti.

Paolo Gentiloni sarà il prossimo responsabile degli Affari economici e monetari della Commissione europea, salvo colpi di scena dell’ultim’ora. Lo si apprende a Bruxelles. La presidente eletta Ursula von der Leyen svelerà infatti le attribuzioni dei portafogli domani a mezzogiorno, fino ad allora potranno esserci delle modifiche.

Guenther Oettinger, commissario europeo al Bilancio, membro della Cdu tedesca e del Ppe, ritiene sia una buona idea affidare questo importante ufficio all’ex presidente del Consiglio Italiano. Oettinger ha spiegato il suo parere a margine della Dld Conference: “Un ex primo ministro che arriva da un grande Paese membro”, come Paolo Gentiloni, “ha sempre la competenza per prendere un portafoglio importante. Ma aspettiamo e vediamo”.

L’attribuzione all’ex capo del governo italiano di un portafoglio così pesante, spiegano alcune fonti, potrebbe portare alla rinuncia da parte italiana della vicepresidenza dell’esecutivo Ue, che sembrava invece acquisita in una prima fase di negoziato. Gentiloni è l’unico ex premier della squadra di commissari, insieme a Valdis Dombrovskis, che è stato primo ministro della Lettonia.

La decisione se confermata potrebbe trovare qualche opposizione: l’ex cancelliere austriaco Sebastian Kurz, leader del Partito Popolare Austriaco (Ppe), oggi ha ribadito su Twitter la sua posizione rigorista, affermando che l’Austria non ha intenzione di pagare i debiti dell’Italia.

Previous Regione a studenti, difendete l'ambiente. L'appello dell'ass.regionale all'Istruzione Lucia Fortini
Next Asilo Nido, primo giorno per i neonati da 0 a 36 mesi. Zinno: "Proseguire sulla strada dell'eccellenza dei servizi"

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Asili nido, ancora tagli al Mezzogiorno

Questa volta non è colpa della Regione Campania, perlomeno non direttamente. Il taglio dei fondi per gli asili nido del Mezzogiorno è stato deciso a Roma dalla commissione bicamerale per

Qui ed ora

Provinciali: suicidio politico del PD ad Avellino

“Le ragioni di questa sconfitta devono appartenere alla discussione della Direzione provinciale del Partito Democratico che convocheremo per la prossima settimana”. Il segretario provinciale del PD irpino Carmine De Blasio non

Qui ed ora

Berlusconi:”mai al governo con Renzi né accordi dopo voto”. E ribadisce l’asse con il Carroccio.

“Non c’è nessuna probabilità di un governo Berlusconi-Renzi. Non ritengo possibile e neppure desiderabile una collaborazione con lui e con il Pd. Né ora, né tantomeno dopo le elezioni. Il

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi