FRANCIA, MACRON LANCIA IL REDDITO UNIVERSALE DI ATTIVITA’

La questione è particolarmente sentita dai francesi dal momento che il 13,6% della popolazione che vive in Francia e il 19,1% dei minorenni si trova al di sotto della soglia di povertà (dato 2016), mentre 4 milioni di cittadini hanno problemi di alloggio.Macron, ha annunciato l’introduzione di un “reddito universale di attività” entro il 2020. La misura, che punta a garantire che tutti possano “vivere degnamente”, è stata illustrata nel quadro del nuovo piano anti-povertà presentato oggi dal leader francese. “Con una legge nel 2020, creeremo un ‘reddito universale di attività’ per permettere ad ognuno di vivere in modo decente”, ha annunciato il presidente della Francia, precisando che sarà un reddito “universale perché ognuno potrà pretenderlo non appena i suoi redditi passeranno al di sotto di una certa soglia”. Per Macron, sarà “semplice, equo e trasparente”.

Previous CASTELLO DI BAIA :ARRIVA LA XIII EDIZIONE DI MALAZE'
Next ROMA , UNIVERSITA' MERCATORUM :DOPPIO APPUNTAMENTO PER IL SISTEMA ECONOMICO ITALIANO!

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Caltagirone, uccide la moglie durante il sonno: “Noi insieme appassionatamente”

Arrestato nella notte, Alessandro  Pirronello, voleva interrompere la relazione con la compagna e colpito da un raptus omicida ha colpito la donna mentre dormiva, impugnando un coltello. Alla base del

Qui ed ora

RUSSIAGATE, TRUMP: “HANNO COSPIRATO PER TRUFFARE GLI STATI UNITI CON IL PROPOSITO DI INTERFERIRE CON I PROCESSI POLITICI ED ELETTORALI AMERICANI”

Robert Mueller, procuratore speciale che indaga sul Russiagate, ha annunciato che un grand giurì federale ha incriminato 13 cittadini russi e tre entità russe nell’ambito delle indagini sulle interferenze di

Qui ed ora

Impongono pizzo, presi da carabinieri

Si sono presentati al cantiere edile riscuotere 1500 euro di pizzo che avevano chiesto in precedenza. Ma ad attenderli c’erano però due carabinieri travestiti da operai. In manette a San

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi