FUNARO:”l’Italia e’ una monarchia,un re a roma,vari principi a capo delle regioni,duchi a capo delle grandi città.”

“Evviva ‘o rè” gridano i neoborbonici ricordando i fasti del Regno delle Due Sicilie, “Viva Il Re” controbattono i pochi tifosi dei Savoia che usurparono ed invasero, massacrando le popolazioni, il Meridione d’Italia; ma restate tranquilli l’Italia è restata una Monarchia seppure fondata sulla Repubblica.

Ma come e i Padri della Patria repubblicana, la Costituzione, il potere al popolo?

“Chiacchiere e tabacchere e’ lignamm o’ Banco ‘e Napule nun ne ‘mpegna!”

recita un vecchio detto popolare. E nella realtà è questa la condizione del nostro ex Bel Paese.

Riflettiamo insieme: la Monarchia aveva una sua struttura secolare con una gerarchia di titoli. Il Re ne era il capo, seguivano i principi, i duchi, i marchesi, i conti ed infine i baroni. Nel medioevo esistevano anche i Vassalli, i Valvassori e i Valvassini. Infine gli uomini liberi e i servi della gleba.

Via via nel tempo le Monarchie sono divenute costituzionali ed il potere reale è passato nelle mani dei governi, dei Parlamenti e delle istituzioni locali.

Sono cambiati i nomi, le strutture, le assemblee, ma la sostanza non è mutata.

L’Italia ha un Presidente che può incidere poco, un Capo del Governo che comanda davvero e un Parlamento in cui si parla solo perché le decisioni vengono assunte in stanze più o meno segrete e rispondono a fini spesso poco chiari.

Attraverso varie riforme lo Stato italiano è cambiato: ci sono le Regioni con i loro presidenti, i comuni con i loro sindaci, gli enti con i loro manager.

Dunque un Re a Roma, vari principi delle regioni, duchi a capo delle grandi città, marchesi e baroni nelle cittadine minori, vassalli, valvassori e valvassini a capo di questo o quel centro di potere.

Si ma che c’entra si potrebbe obiettare sono tutti eletti dal popolo democraticamente. E qui però mi scappa una risata. Eletti con il suffragio dei cittadini o costruiti per essere eletti? Questa è l’arcano, ma non tanto, mistero.

Imposti con la persuasione o generati dal potere a loro superiore?

O non è il “sistema” nel suo insieme che produce i capi e capetti spesso inadeguati ma comunque funzionali al sistema stesso?

Approfondiremo nei particolari il ragionamento magari partendo della Regione Campania e cercando di compiere un’analisi profonda entrando nei meandri del potere vero, quello che condiziona la nostra vita quotidiana.

Credo che scopriremo che anche la Campania è una monarchia fondata sulla Repubblica.

E le stelle stanno a guardare……

Previous DRAGHI: "LA RIPRESA DELL'EUROZONA E' SOLIDA E SEMPRE PIU' AMPIA FRA PAESI E SETTORI"
Next SERIE A, NAPOLI-FIORENTINA:4-1. GLI AZZURRI TRA SPETTACOLO E RECORD

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

GLOBULI AZZURRI : REAL MADRID-NAPOLI ,LA MAGIA DELL’ATTESA

“Ho molta fiducia nella squadra e di come sta giocando . Penso che se il Napoli gioca come sa , può ritornare dal Bernabeu con un risultato positivo . Il

ultimissime

ADESIVI ANTISEMITI CON L’IMMAGINE DI ANNA FRANK CON LA MAGLIA DELLA ROMA INVADONO LA CURVA SUD DELL’OLIMPICO. INDIVIDUATE 16 PERSONE RESPONSABILI, DI CUI TRE MINORI

Sono 16,  le persone identificate dalla polizia in relazione alla vicenda degli adesivi con l’immagine di Anna Frank con la maglia della Roma lasciati domenica sera da alcuni tifosi della

ultimissime

ITALIA, BERLUSCONI: ” CON IL CENTRODESTRA NON CI SARANNO PIU’ TASSE SULLA PRIMA CASA, SULL’AUTO, SULLE SUCCESSIONI, SULLE DONAZIONI, ELIMINEREMO L’IRAP”

“Soddisfatto? Sì, è un programma lungamente approfondito. Ho cominciato a prepararlo io“.  Così ha dichiarato il leader di FI, Silvio Berlusconi, discutendo  del programma del centrodestra firmato e aggiungendo :“Con

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi