GENK-NAPOLI:AMARO IN BOCCA. “CLERICALISMO TATTICO” DI ANCELOTTI. INSIGNE IN TRIBUNA E’ UN’OFFESA AL BUONSENSO CALCISTICO!

Mezzo passo falso del Napoli contro il Genk. E la beffa non sono i tre legni! Ombre tecnico-tattiche anche in Belgio. Ancelotti vive un “clericalismo tattico”, il turnover come una religione integralista. Sommessamente mi chiedo: ma chi critica le scelte dell’allenatore di stasera è analfabeta di ritorno? Loro mezza impresa, frenano le ambizioni del Napoli, noi polli da “allenamento!” I nostri giocatori radical.chic! Disorientati, confusi, spreconi, supponenti, giochiamo solo il primo tempo e tanta volontà negli ultimi minuti del secondo. Io sono malato di mertensmania e sono un Insignedipendente! Stasera  niente tiri da fuori,niente contropiede.

Ma se Zaza si compra la patente il Napoli non può comprarsi il cinismo?

Sull’onda del successo con il Liverpool, il Napoli prova a confermarsi in Champions League. L’avversario di giornata è il Genk e Ancelotti ne approfitta per rilanciare Arkadiusz Milik al centro dell’attacco, sostenuto da Lozano. Callejon e Ruiz sulle fasce, Elmas con Allan a centrocampo, in difesa spazio a Koulibaly, squalificato in campionato. Inspiegabilmente Insigne in tribuna.

Così prima della partita.

Il Napoli è amore a prescindere: così dopo la partita!

Previous Olio: torna a correre la produzione italiana a +89%, la Puglia traina con +175%
Next È morto Squinzi, l'imprenditore che ha fatto volare il Sassuolo

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

100MILA VISITATORI A FUTURO REMOTO.OGGI SI CHIUDE UN’EDIZIONE DA RECORD.

Centomila napoletani e turisti  hanno affollato anche iei, nella terza giornata, la trentunesima edizione di Futuro Remoto dedicata al tema Connessioni. Le dimostrazioni scientifiche,  le attività  e le postazioni interattive

ultimissime

Terrorismo,Antonio Gaezza trent’anni fa veniva ucciso

Antonio Gaezza,  vendeva collanine di vetro  su una bancarella in via Calata San Marco, stradina adiacente a piazza Municipio. Aveva 62 anni, una mamma centenaria da accudire, ed era sopravvissuto

ultimissime

TUMORI, TESTATO IN GERMANIA IL PRIMO VACCINO UNIVERSALE SU PAZIENTI.

Genetica e nanoparticelle di Rna per un vaccino universale che sfrutta la risposta del sistema immunitario alle infezioni virali e la ‘reindirizza’ per combattere i tumori. Lo studio, che segna

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi