Gennaro Imperatore (De Luca Presidente): “Ho scelto il simbolo meno esposto a ingiurie e condanne”

Riceviamo e pubblichiamo di seguito la lettera-appello agli elettori inviataci dal dott. Gennaro Imperatore, candidato alle prossime Elezioni Regionali di Campania, al Consiglio Regionale, con la lista De Luca Presidente. Imperatore si propone come alternativa al degrado politico attuale, tra campagne elettorali al veleno e liste “compromesse”. Gennaro Imperatore è sociologo, criminologo e psicoterapeuta, con un’esperienza da garante dell’infanzia e dell’adolescenze in Regione Campania.

“Il diluvio di chiacchiere spese in questa tornata elettorale lascia ancora una volta la sgradevole impressione di una presa di fondelli e non solo.

L’Italia è un paese straordinario che, nonostante la sua storia e i veri statisti del passato, quelli che si sacrificarono con la vita e fecero “LA VERA GRANDE ITALIA”, ormai è alla deriva.

Pensare a quale partito o linea politica che possa interessare il patrimonio dell’infanzia, della famiglia, del lavoro, e  dell’ambiente, difendere o facilitare una politica d’integrazione degli stranieri, è di certo una chimera, come sarà utopia la salvaguardia di quei cittadini onesti che credono ancora ad un futuro di speranza.

Il sistema elettorale attuale (porcellum) e di seguito ancora peggio (ITALICUM) di certo non consente la vera democrazia dei partiti, di fatto, tutte le candidature sono frutto di giochi politici interni alle singole correnti, senza nessuna ideologia e con vaghi programmi di salvezza per la nostra economia.

investirele proprie energie e i propri programmi sociali e trasparenti in questa campagna elettorale, sarebbe motivo di non aver paura di quattro delinquenti, votati DA ALTRI delinquenti.

Adoperarsi e lottare per mandare all’inferno questi cialtroni travestiti da politici è un diritto di ogni cittadino, fare  pulizia  di questa accozzaglia di cellule messe insieme, è un dovere costituzionale, (questa è la vera pulizia etnica senza commettere alcun crimine), desiderio conscio di onesti lavoratori. Paura? sconforto? perse tutte le speranze?  Arrendersi e manifestare diserzione al voto darebbe più forza alla mafia politica, ci vogliono forti interventi rivoluzionari. Noi uomini civili e incensurati, esistiamo ancora?  Pensate all’immagine di decadenza politica che in queste ultime settimane i media italiani e stranieri hanno  posto sotto agli occhi del popolo Italiano.

Un paese con una classe politica che difende i propri privilegi e non riesce più a governare, in una panoramica di “querelle” interna in ogni singolo partito e di una vera e propria guerra tra partiti politici,  è una vera vergogna.

IO chiedo a tutti voi, arrabbiati e incazzati di uscire allo scoperto e chiedervi di sostenere la mia candidatura potrebbe dare voce alle vostre rabbie, alle vostre ingiustizie e alle vostre sopraffazioni!

Chiara la mia partecipazione ad un simbolo, ma lealtà,  sostenendo la sinistra di Vincenzo De Luca.

Ho scelto in questo marasma, il simbolo meno esposto ad ingiurie e condanne, poi lealmente non vi so dire, e anche se ci dovesse essere un qualche imboscato delinquente travestito da politico state certi che sarà preso a pedate dallo scrivente. Promesso!! E potete crederci.

Esprimete disinvoltamente un vostro commento, la rivoluzione può continuare ad esistere, non sarà solo un ricordo storico.

Ricorda: “Prima della morte c’è la vita”. Dott. Gennaro Imperatore”

Previous De Luca nel Sannio: occorre voltare pagina per la Campania. Governo Caldoro dannoso per la Regione
Next Nappi (NCD): “De Luca? Altro che sceriffo. È il capo dei banditi”

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Riqualificazione degli istituti scolastici. Proseguono gli interventi Al via il 26 agosto la seconda tranche

San Giorgio a Cremano, al via il 26 agosto la seconda tranche dei lavori di miglioramento delle strutture scolastiche sul territorio.  Dopo il plesso Gramsci e Mazzini, l’amministrazione guidata dal

Qui ed ora

L’Amazzonia brucia ancora e il Brasile rifiuta gli aiuti del G7. Gara di solidarietà: 20 milioni dal vertice francese, 10 dal gruppo del lusso Lvmh e 5 dalla fondazione di DiCaprio.

Il governo brasiliano ha dichiarato ieri sera che rifiuterà l’offerta del G7 di 20 milioni di dollari di aiuti per la lotta agli incendi in Amazzonia. Lo riporta il quotidiano

Qui ed ora

LONDRA :ACCOLTELLATO ED UCCISO UN 15ENNE

Un altro ragazzino cade a Londra sotto i colpi di coltello inferti da coetanei: questa volta la vittima è un quindicenne di Romford, un sobborgo nordorientale di Londra a circa

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi