Titta, sorella di Genny Cesarano, diventa modella per un murale al Rione Sanità

Il rione Sanità si tinge di colori e speranza. Lo street artist messicano Addi ha lasciato la sua firma a piazza dei Miracoli. Il soggetto dell’opera è Titta Cesarano, sorella di Genny ucciso dalla camorra per errore il 6 settembre 2015 a soli 17 anni, in seguito ad una stesa. Non è l’unico omaggio dedicato alla memoria di Genny, poco dopo la sua morte è stato installato una statua raffigurante il ragazzo dinanzi la chiesa di San Vincenzo che prova a recuperare una pallone che si è incastrato. La scultura è diventata fin da subito un simbolo che racconta una realtà presente da sempre all’interno del quartiere.“Consoliamoci con la bellezza… – scrive Ivo Poggiani, presidente della Terza Municipalità su Facebook –   Addi dona la sua arte alla città. La bellezza di Titta, ragazza del quartiere, sorella di Genny Cesarano. La bellezza nel vedere un muro sporco che oggi è diventato un’opera d’arte.” Dal dolore nascerà la bellezza, dalla tragedia sono nate e continuano ad essere organizzate diverse iniziative da parte della famiglia di Genny e dagli abitanti della Sanità che quotidianamente si impegnano in ricordo di Genny portando avanti un percorso sulla legalità.

Previous La Certosa di San Martino chiusa sine die
Next Mondiali 2018 : Croazia e Svizzera staccano il pass!

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

I MITI DI NAPOLI : LA STORIA DELLA COLLINA DI PIZZOFALCONE , LA TERRAZZA PIU’ ANTICA DELLA CAMPANIA

Nella parte sud del quartiere San Ferdinando vi è la collina di Pizzofalcone, più comunemente nota col nome di Monte di Dio. Si tratta di una zona di Napoli situata

Officina delle idee

IL LINGUAGGIO MATEMATICO SARA’ LA CHIAVE PER CAPIRE LA TECNOLOGIA DEL FUTURO

Le innovazioni tecnologiche del futuro parleranno il linguaggio della matematica. Il miglioramento del suo insegnamento nelle scuole e la creazione di un ecosistema attrattivo per i ‘cervelli’ che la studiano

Officina delle idee

NAPOLI , STORIA DELLA ROTONDA DIAZ

Il 26 maggio 1936 fu inaugurato a Napoli il monumento equestre dedicato ad Armando Diaz, Duca della Vittoria, il generale artefice del successo italiano nella prima guerra mondiale. La statua

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi