GIOCATTOLI CONTRAFFATTI VENIVANO VENDUTI A BARI

I militari della Guardia di Finanza di Bari hanno sequestrato oltre un milione e 700mila prodotti con marchio ‘CE’ contraffatto in due depositi industriali di Napoli dai quali si rifornivano rivenditori baresi. La merce comprende materiale elettrico, cancelleria, giocattoli e strumenti per la didattica infantile. I soggetti importatori, tutti di origine cinese, sono stati denunciati per i reati di contraffazione, alterazione o uso di marchi mendaci, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi. Il sequestro è stato eseguito al termine di una lunga attività di indagine culminata con le perquisizioni che hanno consentito di scoprire i prodotti falsi e potenzialmente pericolosi . È stato così possibile “tracciare la filiera commerciale a monte e a valle della merce contraffatta – spiegano gli investigatori – in vendita presso numerosi negozi di Bari e di tutta Italia”.

Previous ITALIA , ARRIVANO I PRIMI "ROBOT MARINI "
Next Inps, la quota 100 può costare fino a 14 miliardi

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Uccide uomo in gara fra auto, arrestato

I Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli (Napoli) hanno arrestato per omicidio stradale C.D., 21enne che gareggiando in auto con avversario un coetaneo provocò, nella notte tra venerdì e sabato scorsi,

Qui ed ora

Regione Campania,Alfonso Longobardi:”Antiche Terme di Stabia è l’ora della verità per avviare una seria programmazione.”

“Leggo con grande piacere del nuovo e positivo fermento che c’è intorno alle antiche Terme di Stabia. Sono novità che non possono che fare piacere, visto che già due anni

Qui ed ora

Giorgio Napolitano: “I comportamenti elettorali hanno mostrato quanto poco avesse convinto l’auto-esaltazione dei risultati ottenuti negli ultimi anni da governi e da partiti di maggioranza”

“I comportamenti elettorali hanno mostrato quanto poco avesse convinto l’auto-esaltazione dei risultati ottenuti negli ultimi anni da governi e da partiti di maggioranza”. Cosi si è espresso  Giorgio Napolitano, nella

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi