Giustizia Riparativa, una giustizia senza processo

 

Napoli: il 9 luglio alle ore 11, al Palazzo di Giustizia (Na)  presso la sede dell’Unione Italiana Fornese si terrà il convegno “Giustizia riparativa, una giustizia senza processo” si approfondirà la Direttiva 2012/29/Ue  ed inoltre si discuterà di norme minime in materia di diritti, assistenza, e protezione delle vittime di reato. La giornata verrà moderata dall’avvocato MariaRosaria Baldascino, presidente dell’Associazione Demetra. La giornata si aprirà con i saluti del Garante Campano delle Persone private della libertà personale, il Professore Samuele Ciambriello, il presidente del consiglio dell’ordine degli avvocati di Napoli, Avvocato Antonio Tafuri, non mancheranno anche i saluti degli Avvocati Elisabetta Rampelli e di Marino Iannone. A proseguire ci saranno vari interventi, Avv. Laura Arpino, Avv. Ferdinando De Simone, Avv. Dell’Aiuto, Avv. Dura. Non mancheranno anche i pareri degli psicologi, presente il Dott. Delicato e la dott.ssa. Esposito.

Previous FASHION RENTING, DAGLI USA ARRIVA IL FENOMENO NOLEGGIO ABITI. Antidoto al fast fashion, rivoluziona armadi e nel 2023
Next PRIMA CONFERENZA STAMPA. ANCELOTTI LANCIA LA SFIDA, VOGLIAMO VINCERE E ALZARE L’ASTICELLA,PERO' SUGLI ACQUISTI FRENA GLI ENTUSIASMI!

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Camorra: Il sindaco di Sorrento nega l’evidenzia

  Il sindaco di Sorrento nega l’evidenzia. Dopo 5 lunghi anni ci ripensa . Intanto La camorra dilaga. con  Investimenti , prestatomi e droga sono frequenti eppure ci sta ancora

Economia e Welfare

Ministro della sanità Grillo:”governatore-commissario? Dico no. In Campania tantissima illogicità organizzativa e programmatoria.”

No ai governatori-commissari della sanità, ribadisce a Scafati il ministro Giulia Grillo. “Che competenza ha un presidente di Regione per fare il commissario? Ce lo siamo chiesti? Bisognas assicurare al

Economia e Welfare

Il gasolio veniva venduto  “porta a porta”: è quanto scoperto dalla Guardia di Finanza di Napoli che ha sequestrato un ingente carico di carburante e denunciato l’autista della vettura per contrabbando.

Il gasolio veniva venduto  “porta a porta”, con una monovolume trasformata in una stazione di rifornimento ambulante, e una maxi evasione delle imposte pari a oltre 200mila euro: è quanto

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi