GLI OROLOGI ELETTRICI VANNO SEI MINUTI INDIETRO , LA COLPA E’ DELLA SERBIA E DEL KOSOVO

Le radiosveglie di tutta Europa, e in generale gli orologi e i timer collegati alla rete elettrica, vanno sei minuti indietro. Il problema, come spiega Entsoe, l’organismo che raccoglie 43 operatori delle reti di trasmissione, ha origine nelle ‘deviazioni’ di frequenza elettrica riscontrate nell’area di Serbia e Kosovo.

A causa di una carenza di generazione elettrica da parte del Kosovo, non soddisfatta dalla Serbia, il sistema si è quindi sbilanciato, con conseguenze a cascata in tutta Europa.

A risentirne sono proprio gli orologi elettrici che, spiega l’Entsoe, in molti casi funzionano proprio in base alla frequenza. A monte, però, c’è una disputa di carattere politico e, per questo, l’Entsoe chiede una “soluzione politica” da adottare “urgentemente insieme a quella tecnica”.

Previous A teatro con gusto: Napoli tra musica e parole
Next SALERNO , RITORNA LA FESTA DELLA BIRRA

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

GIULIANO: “SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA E VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI LOCALI”

Nella giornata di venerdì, presso il Municipio di Battipaglia, Antonio Giuliano, candidato sindaco nel Comune di Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno, ha partecipato alla conferenza “Sud, sicurezza, sviluppo

Approfondimenti

LA CITTA’ DI ERCOLANO : STORIA E TRADIZIONI

Ercolano: solo il nome evoca tutto un fascino, una dimensione, un mondo lontano, ricco di storia e di archeologia, di passato e di arte, eppure del tutto vicino e immerso

Approfondimenti

TERRORISMO, IL MINISTRO ALFANO: ”IL SISTEMA DI PREVENZIONE FUNZIONA”

”Lo stato della sicurezza del nostro Paese è davvero positivo. Gli investimenti crescono, i reati calano, il sistema di prevenzione sull’antiterrorismo ha fin qui retto, il contrasto alla criminalità organizzata

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi