Governo, la Camera concede la fiducia al Conte 2 . Scambio di accuse tra la Lega e il premier, alzata anche una sedia: “Venduto, elezioni”. Replica: “Coerenti solo con le vostre convenienze”

Hanno votato contro 263 deputati, 3 gli astenuti.,la Camera ha concesso la fiducia al Conte 2 con 343 sì. ll governo rivedrà i decreti sicurezza. Il premier promette: “Useremo un lessico più consono e rispettoso”. “Legge sulla parità di genere negli stipendi”. “Completeremo l’autonomia regionale ma no a Italia a due velocità”. Nella replica attacca Salvini: “In Europa bisogna andarci e studiare”. In piazza Montecitorio la protesta di Lega e Fratelli d’Italia

La Camera dei deputati ha concesso la fiducia al governo Conte 2 con 343 sì e 263 no. Gli astenuti sono stati 3. Il voto è arrivato al termine di una giornata convulsa, contraddistinta dalle proteste dell’opposizione dentro e fuori da Montecitorio e da due lunghi interventi del presidente del Consiglio. A partire dalle 11, Giuseppe Conte ha parlato per un’ora e 25 davanti all’Aula di Montecitorio . Al suo fianco la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese e quello degli Esteri Luigi Di Maio. Al termine dell’intervento, l’Aula è stata sospesa e il premier si è recato al Senato a consegnare le dichiarazioni programmatiche. I lavori sono ripresi alle 13.30 per il dibattito generale, durato fino alle 17.30. Alle 17.50 la replica del premier, che ha duramente attaccato la Lega in più occasioni (leggi) e a sua volta è stato contestato dalle opposizioni. Bagarre in Aula, con il presidente Fico costretto a richiamare più volte i deputati salviniani e di Fratelli d’Italia.Un discorso a singhiozzo, interrotto continuamente dai banchi del centrodestra. Alcuni deputati seduti nella parte alta dell’emiciclo sono arrivati anche a sollevare una poltrona, gridando “cadrega”, poltrona in veneto, e intonando il coro “poltrona, poltrona”.

Alle 18.50 sono iniziate le dichiarazioni di voto, mentre la chiama è iniziata intorno alle 19.30. Alle 21.26 l’esito del voto.

Fuori dall’Aula di Montecitorio, e in contemporanea con il discorso di Conte, hanno manifestato invece Fratelli d’Italia e Lega. “Elezioni subito!”, “voce al popolo sovrano, ridateci l’Italia!”, alcuni degli slogan. Gli esponenti di Carroccio e Fdi hanno protestato anche all’apertura del dibattito generale alla Camera: “Elezioni”, hanno gridato dai banchi. Al deputato Fdi Francesco Lollobrigida è stato spento il microfono, tra le proteste dei suoi, per aver superato il tempo del suo intervento.
Previous Il garante dei detenuti Ciambriello:" Le poste e il sopravvitto nel carcere di Ariano Irpino hanno qualcosa di surreale e indegno." Report della sua visita odierna nell'Istituto avellinese.
Next Un premio per i giovani e la musica al Penisola Sorrentina

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

CASTELLAMMARE DI STABIA: UN BIMBO DI 8 ANNI PRECIPITA DAL SESTO PIANO MA SI SALVA GRAZIE AI FILI DEGLI STENDITOI

Bambino di 8 anni precipita dal sesto piano di un palazzo di Castellammare di Stabia (Napoli) salvato dai fili degli stenditoi.Gli abitanti di via Surripa, dove il bimbo abita, gridano

Officina delle idee

ALCUNE OSSERVAZIONI SULLA POLITICA PER INVESTIMENTI PUBBLICI DEL GOVERNO

Di Antonio Frenda* Il Governo ha prospettato nelle ultime settimane l’idea di una spinta poderosa agli investimenti pubblici per creare occupazione, battere la deflazione ed il rallentamento del Pil. Alcune

ultimissime

IL CENTRO DESTRA LOGORATO DAI “CONTI INTERNI”.MANCA UNA NUOVA CLASSE DIRIGENTE. L’ANALISI DI SALVATORE CASTELLO.

di Salvatore Castello Caro direttore hai fatto bene ad aprire il dibattito post amministrative dal versante del centrodestra. Se ci penso, mi viene davvero una tristezza profonda… Su 76 amici

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi