Guaidó, convocata la Piazza contro Maduro

Juan Guaidó, leader dell’opposizione venezuelana che quattro giorni fa ha giurato come presidente ad interim, in un messaggio in diretta televisiva, ha chiesto alla popolazione di muovere in due nuove mobilitazioni. È fissata a mercoledì a mezzogiorno la prima convocazione mentre  durante il suo intervento, Juan Guaidó, ha chiesto ai suoi sostenitori di scendere in piazza a sostegno di  un corteo pacifico di due ore. Ha esortato invece per sabato una mobilitazione di massa «in ogni angolo del Venezuela». Sottolineando in particolare che la protesta di sabato, coinciderebbe con la scadenza dell’ultimatum imposto da alcuni paesi europei al presidente Nicolás Maduro per indire nuove elezioni. Buona parte della comunità internazionale, di fatto, ritiene illegittima l’elezione di Maduro avvenuta lo scorso maggio, caratterizzata da irregolarità e alle quali non hanno potuto prendere parte i suoi maggiori oppositori. Maduro, ha respinto la pressante richiesta è in un’intervista alla CNN, ha dichiarato «si comportano con arroganza. nessuno può darci un ultimatum». Guaidó, in un’intervista al quotidiano francese Le Figaro, ha ringraziato «a nome di tutti i venezuelani il presidente francese Emmanuel Macron e i governi di Germania e Spagna per le dichiarazioni a suo sostegno. Questa presa di posizione forte è importantissima per tutti noi, è importante difendere la democrazia in ogni momento. In Venezuela pensavamo che la democrazia fosse un fatto acquisito e l’abbiamo perduta. Viviamo in una dittatura che ha rotto con l’ordine costituzionale». Al coro pro Guaidó, si aggiunge anche l’Australia, che nel contesto diplomatico  ha riconosciuto ufficialmente come presidente ad interim del Venezuela, Guaidó fino alla celebrazione di nuove elezioni. In un comunicato ufficiale il governo di Canberra ha sottolineato che «l’Australia invoca una transizione verso la democrazia in Venezuela il prima possibile». un chiaro avvertimento è giunto a Maduro da Washington, «non utilizzare la forza»

Raffaele Fattopace 

Previous L'ITALIA PUNTI SUL TURISMO
Next Inail: più infortuni nel 2018, 1.133 mortali (+10%)

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Città della scienza venerdì 17 febbraio Giordano Bruno, cittadino del mondo

In occasione delle celebrazioni per la morte di Giordano Bruno messo al rogo a Campo dei Fiori a Roma il 17 febbraio  del 1600, saranno organizzate due giornate venerdì a

Approfondimenti

STORIA DI CAPRI : LA MERAVIGLIOSA ISOLA DELLA CAMPANIA

L’isola di Capri ,una delle meraviglie della Campania , fa parte dell’arcipelago campano ,si trova nella parte meridionale del Golfo di Napoli ed è occupata da due altopiani, separati nel

Approfondimenti

LA CARTA DA PARATI DOPO ANNI DI OBLIO DIVENTA “MODA CHE VESTE LE SUPERFICI” AD OPERA DI 10 DESIGNER ITALIANI CHE LA REINVENTANO

Per anni e anni sono state le protagoniste delle mura italiane, le carte da parati. Di mille colori, di mille fatture, di mille tagli, di mille lunghezze e organze. Ma

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi