I DIRIGENTI DEL PRATO CALCIO ALTERAVANO I RISULTATI DELLE PARTITE E FAVORIVANO L’INGRESSO ILLEGALE DI GIOVANI MINORENNI AFRICANI

Alcuni dirigenti del Prato calcio (Lega Pro) sarebbero rei di aver alterato  i risultati di alcune partite e favorito l’ingresso illegale in Italia di minorenni africani, alcuni dei quali poi ceduti a ignare squadre di serie superiore. La polizia  sta eseguendo, inoltre, quattro misure cautelari e numerose perquisizioni per immigrazione clandestina, falso documentale e favoreggiamento  a carico di persone legate al mondo del calcio. A carico di molti di loro sono anche emersi profili di responsabilità per frode sportiva consistita nell’aver alterato i risultati calcistici.

Gli indagati avrebbero procurato illegalmente l’ingresso in Italia di cittadini di origine africana, in particolare ivoriani minorenni, producendo presso l’Ambasciata Italiane di Abidjain, e poi presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Prato, documentazione attestante false parentele, quali quella di maternità biologica e filiazione naturale rispetto ai minori, per l’obiettivo di possedere il rilascio dei visti di ingresso per motivi di ricongiungimento familiare, per ottenere dei permessi di soggiorno per motivi familiari.

L’operazione  è scoppiata da una indagine su un sospetto caso di immigrazione clandestina, che ha fatto emergere una serie di illeciti di varia natura. E’ stata poi  disposta la presa  di documentazione presso due squadre di serie A, una di serie B e una di Lega Pro.

Previous IL FAMOSO MARCHIO NIKE LANCIA UN' APP ADATTA AI CLIENTI E AI LORO INTERESSI, CHE VA DALLO SPORT A NOTIZIE E CONSIGLI
Next BUZZI-CARMINATI,ECCO LA SENTENZA. CORRUZIONE,MOLTA CORRUZIONE AL COMUNE DI ROMA. CROLLA, PERO', L'ASSOCIAZIONE DI STAMPO MAFIOSO.

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Muore Tito Vilanova: lutto nel mondo del pallone

Lo sport è metafora di vita, quindi, spesso, racconta anche di tristi sconfitte, inaccettabili scherzi del destino. Un pullman silenzioso, gli atleti scrutano fuori dai finestrini, nelle luci della notte.

Qui ed ora

Venanzio Carpentieri: «La polemica sul tesseramento è strumentale»

Fa ancora notizia la questione sul tesseramento 2014 del Partito Democratico che, stando ai dirigenti di partito sarebbe iniziato tardi. Secondo il segretario Dem della provincia di Napoli: «È una

Qui ed ora

NUOVE MINACCE ALL’EX MINISTRO AI BENI CULTURALI MASSIMO BRAY

«Ti avevamo detto di non tornare a Carditello altrimenti saresti morto». Questo lo sconcertante messaggio recapitato all’ex ministro del Mibact, Massimo Bray. L’episodio è accaduto ieri mattina, a margine di

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi