I futuri robot avranno la pelle che sente il vento

Tra le possibili applicazioni, le prime individuate dai ricercatori sono protesi in grado di garantire una percezione sempre più naturale. La nuova pelle elettronica è stata prodotta ricoprendo dei sensori magnetici con una membrana polimerica cava, nella cui parte superiore sono state incorporate delle perline magnetiche. In questo modo, quando si applica una pressione, la membrana viene spinta verso l’interno e le perline magnetiche si avvicinano al sensore: la resistenza così creata viene inviata a un circuito elettronico che converte il segnale in una serie di impulsi le cui frequenze sono proporzionali alla pressione esercitata.
Applicata ad un dito artificiale, la pelle elettronica ha dimostrato di essere così sensibile da generare impulsi in risposta a pressioni molto leggere, come quelle create dal movimento di una colonna di formiche

Previous F1: la Ferrari domina anche le seconde libere, Vettel leader
Next Universiadi : Arrivano i capi delegazione di 59 Paesi

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

Uno spettacolare pendant di Adriaen Van Utrech

Adriaen Van Utrech è un celebre pittore di nature morte e tra le sue opere più famose va annoverato il Banquet still life , conservato nel Riyksmuseum di Amsterdam, del

Officina delle idee

“La cultura rende liberi e protagonisti”

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato a Napoli l’anno accademico dell’Università suor Orsola Benincasa. Una cerimonia commossa, sentita, nel ricordo delle vittime della strage di Parigi, cadute sotto

Officina delle idee

LA PASTICCERIA POPPELLA INAUGURA UN SECONDO NEGOZIO NEL RIONE SANITA’

Il fiocco di neve della Pasticceria Poppella è diventato, negli ultimi anni, simbolo della città di Napoli per quanto concerne la pasticceria. Non solo i napoletani, ma tanti turisti si

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi