I GIARDINI DEL PARADISO DI ABDELKADER HOUAMEL

Abdelkader  Houamel, artista di origini algerine, espone i suoi  “Giardini del Paradiso” al  Palazzo delle  Arti di  Napoli fino al 2 aprile. Le opere dell’artista sono impregnate di arte islamica e delle sue linee armoniose, proprie di artisti come Guttuso e Carlo Levi. Nei quadri di Abdelkader troviamo forme e colori accessi che si mescolano a vicenda arrivando a toccare il sublime. Sono i colori immersi nelle forme geometriche a fluire negli occhi di chi guarda le opere. Le farfalle, i fiori, l’inerpicarsi delle foglie sullo sfondo nero di molti suoi quadri riecheggiano mondi onirici dove non ci sono vuoti, bensì spirali ed arabeschi che si intrecciano, senza mai perdersi. Nelle sue opere la vita appare come un mistero da rintracciare nella curiosità, nello spingersi oltre i propri confini guardando alle opere di questo artista che ha dedicato la propria esistenza alla ricerca di forme sinuose da interpretare in quel gioco di acquerelli adoperato alla perfezione nel riempire ogni spazio. Nei quadri di Houamel regna il suono dell’armonia fra fiori, foglie di mille tonalità, arabeschi barocchi che ci conducono nei corridoi di un sogno celestiale che conduce, a sua volta,  per mano nei giardini del paradiso, lo spettatore. I  “Giardini del Paradiso”  fanno immergere gli occhi di chi guarda in dei paradisi fatti di mare, terra e cielo perché la volta celeste è in ogni cosa, in tutto quello che ci circonda, in quello che viviamo e tocchiamo. L’orizzonte in ogni quadro appare alto volendo sperimentare una verticalità dell’orizzontalità   al fine di ricreare una sorta di ordine cosmico in cui l’uomo, che ne è spettatore, possa ritrovarsi e sentirsi salvo.  L’arte di Houamel è molto introspettiva ed in fuga dalla realtà,  alla continua ricerca di uno spazio non fisico che possa emanare attraverso la natura, che diventa geometria, una sensazione di pace, in cui ogni persona che guarda la tela non possa sentirsi diversa dall’altra.

Previous GIU' LE MANI DA PALAZZO FUGA! PERCHE' IL COMUNE DI NAPOLI NON E' IN GRADO DI VALORIZZARLO?
Next NAPOLI-JUVE, QUANTI EX NELLA STORIA DEI 2 CLUB..

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

Capone & BungtBangt:il nuovo spettacolo teatrale “Arrevuoto”.

Il 9 Maggio scorso Maurizio Capone ha ritirato il “Premio Felicia e Peppino Impastato”, con lui il Sindaco di Riace Mimmo Lucano. “E’ un riconoscimento molto importante per me e ha duplice

Cultura

Un’Annunciazione di Pietro Negroni a Cassano allo Ionio

L’Italia è talmente ricca, non solo di bellezze naturali, ma soprattutto di tesori artistici, che anche una piccola cittadina, con meno di 20.000 abitanti, può offrire al visitatore un capolavoro

Cultura

A NAPOLI LA GRANDE MOSTRA “LUCE-L’ IMMAGINARIO ITALIANO” CHE RACCONTA LE IMMAGINI DELL’ITALIA DEL XX SECOLO

E’ in scena  a Napoli la grande mostra “Luce – L’immaginario italiano”, che  dopo il forte successo di pubblico e media riscontrato a Roma, Buenos Aires, Mantova, Catania e Matera,

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi