I Led del futuro: si chiamano Lec

I Led del futuro: si chiamano Lec sono basati su celle elettrochimiche che emettono luce più intensa e in modo più efficiente. Sono così flessibili, sottili e leggeri da avere tante possibili applicazioni: dalla diagnostica alla segnaletica stradale e all’illuminazione pubblica.

L’invenzione dei Led, premiata con il Nobel per la Fisica nel 2014, ha permesso di ridurre il consumo di energia elettrica per l’illuminazione. Sono infatti considerati una fonte di luce pulita, ecosostenibile e capace di fornire energia a basso costo nelle regioni del mondo prive di reti elettriche.

I Lec puntano adesso a migliorare ulteriormente questa tecnologia.“La loro particolarità è legare due caratteristiche che finora è stato difficile mettere insieme: luminosità ed efficienza energetica”, ha chiarito Edman.

Previous Il robot calcola le calorie della camminata
Next Serie B: paura durante Lecce-Ascoli, Scavone fuori pericolo

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

ITALIA ,ARRIVANO LE MOSTRE DI PICASSO E FONTANA

Da Picasso a Fontana. Mezzo secolo di sguardi d’artista nelle opere della collezione di Sandro Cherchi’: è il tema della mostra che presenta al pubblico per la prima volta, fino

Officina delle idee

Rosario Cantelmo, la persona giusta al posto giusto

Ha fatto tanto rumore in questi mesi l’attività del Procuratore della Repubblica di Avellino, Rosario Cantelmo. Un rumore così assordante da far vibrare vetri e pareti di uffici e centri

Officina delle idee

IL MINISTRO ORLANDO:”Se il 5 si affermerà il Sì avremo un Paese con istituzioni più moderne e funzionanti, e anche un Paese più stabile perché avrà dimostrato di saper portare avanti un percorso di riforme”

A Napoli, presso il Circolo Artistico e Politecnico, piazza Trieste e Trento 48, “Giuristi per il Sì”, si è tenuta stasera unamanifestazione in vista del referendum del prossimo 4 dicembre

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi