I VITALIZI DEGLI EX CONSIGLIERI REGIONALI

Politici, ex politici, ex ministri, editorialisti, imprenditori, docenti universitari, avvocati sono inseriti nell’elenco di chi percepisce un vitalizio dalla Regione Campania. I nomi sono visibili online  sul sito del parlamento campano. Sono 60 le persone che lo percepiscono per averlo ereditato. La Regione ha voluto ridurre il 30% dell’ importo. Antonio Bassolino, in passato ex Governatore della Campania percepisce, lo si è reso pubblico, 3.480 euro netti al mese. Anche ex ministri come Nicola Mancino, ( ex ministro dell’interno ed ex vice presidente del Csm) percepiva  2.493 euro netti al mese quando era Presidente della Campania negli anni 70. Altro ex ministro della lista è Carmelo Conte, egli fu ex ministro delle Aree Urbane nel periodo politico di Craxi, gode di un vitalizio di 1.915 euro al mese.Altro nome a figurare nella lista è quello di  Ortenzio Zecchino, titolare del dicastero dell’Università durante i governi D’Alema ed Amato, ex consigliere regionale dal 1970 al 1979: riceve 2.335 euro al mese. Poi vi è l’ex Enrico Fabozzi, ex sindaco di Villa Literno ed ex consigliere regionale Pd nella consiliatura 2010-2015, è stato condannato in primo grado a dieci anni per concorso esterno in associazione camorristica con il  clan Bidognetti. Riceve un vitalizio di 2.711 euro netti al mese perché l’erogazione della somma viene esclusa solo, a detta di Fabozzi  “dalla data di passaggio in giudicato della sentenza e per la durata pari a quella dell’interdizione ai pubblici uffici”.

C’è poi Armando De Rosa, ex potentissimo assessore regionale Dc alla Sanità e ai Lavori Pubblici nel 1987 poche settimane prima di essere eletto Presidente fu sorpreso con in mano una valigetta zeppa di soldi in contanti. Prosciolto per prescrizione 11 anni dopo nel processo che avvenne dopo, e poi  salvato dalla prescrizione per una tangente da 300 milioni di lire nelle mani di Antonio Gava. Oggi,  Gava intasca un vitalizio da 4.155 euro netti al mese.Di un vitalizio gode anche l’ex consigliere regionale Luca Colasanto, 3.525 euro per due consiliature tra il 2015 e il 2015 in Forza Italia. Colasanto è oggi  l’editore di un quotidiano beneventano.

 

 

 


Previous Costiera cilentana: arrivano gli inglesi! Educational tour di giornalisti e l'incontro con Zuchtriegels
Next DE LUCA IN VISITA AL PINETA GRANDE HOSPITAL

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

DOPO LA STRAGE DI DACCA, SI DIBATTE SUL TEMA DELLA SICUREZZA: PER GLI ITALIANI E’ ANCORA UNA CALMA APPARENTE?

I fatti accaduti in Bangladesh, a Dacca, con la morte di  ben 9 connazionali, ha smosso le coscienze, di chi pensava , che fosse tutto finito, che non lo riguardasse, guardando

Approfondimenti

Petrolio, i geologi: «Non è corretto demonizzare le trivelle»

Lo abbiamo scritto altre volte. Tra i temi caldi per la politica e i territori, anche nel 2015, ci sarà il petrolio. Argomento che riempie pagine di giornali da mesi,

Approfondimenti

NAPOLI, IL CONSIGLIO COMUNALE FANTASMA

Il Consiglio Comunale di Napoli è saltato per l’ennesima volta. La seduta indetta per lo scorso 1 marzo è stata sciolta per assenza del numero legale. Motivazione che a Palazzo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi