IL CIBO CHE COSTRUISCE L’ARTE ITALIANA: #ANNODELCIBOITALIANO

Un calice di vino nella mano di Bacco, piatti abbondanti di cacciagione, pesci e crostacei per un banchetto luculliano, ceste ricolme di grappoli d’uva, pani, mele e melograni, cascate di ciliegie di tutti i pantoni di rosso. È l’arte a riconoscere per prima la valenza culturale del cibo, il suo valore simbolico, sociale ed estetico, oltre che vitale, dall’epoca greco-romana fino all’avvento del barocco e al contemporaneo. Così il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, insieme al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, inaugura il 2018 Anno del Cibo Italiano con una campagna social tutta incentrata su alimenti e piatti d’autore, quelli realizzati con tempera e chiaro scuro, in marmo o su ceramica, belli da concepirne profumo e gusto.

Le regole della campagna social non cambiano: continua l’invito a visitare gli oltre 420 musei, parchi archeologici e luoghi della cultura italiani, a cercare, fotografare e condividere il tema del mese con l’hashtag #annodelciboitaliano.

Annunciato dai Ministri Franceschini e Martina lo scorso giugno, il 2018 Anno del Cibo Italiano valorizzerà e promuoverà l’intreccio tra cibo arte e paesaggio, che rappresentano i migliori attrattori culturali del nostro Paese. La condivisione delle foto diventerà un reportage collettivo che, attraverso il cibo, racconterà anche la storia della nostra società, l’evoluzione del gusto, evidenziando quanto il patrimonio enogastronomico faccia parte dell’identità italiana. L’Italia che si costruisce attraverso il cibo è un’Italia buona sana e rivoluzionaria.

ù

 

Previous Iran, dieci morti nelle proteste. Il Presidente Rohani: 'Il popolo è libero di manifestare'
Next Inesattezze, bugie ed imprecisioni sulla storia di Napoli

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

SALERNO ,PRIMO APPUNTAMENTO CON LA RASSEGNA “ATELIERSPAZIOPERFORMATIVO”

Primo appuntamento con la rassegna ATELIERspazioperformativo, realizzata da Artestudio e Teatro Grimaldello, in collaborazione con il Teatro Nuovo, concept e coordinamento di Loredana Mutalipassi. Alle ore 19 il  Kollettivo Kairos (1.7)

Cultura

​“IL SEGRETO DI PULCINELLA”: IL DOCUFILM CHE RACCONTA QUEL CHE RESTA DELLA CAMPANIA FELIX

Un segreto è tale fino a che non è di pubblico dominio, ma quando tutti sanno e nessuno parla, allora è “Un Segreto di Pulcinella”. Proprio quest’espressione, non a caso,

Cultura

Cannes 2019, la seconda giornata spicca con la sublime Julianne Moore.

Dopo l’originale inaugurazione della Settantaduesima edizione del Festival di Cannes, oggi si è tenuta la seconda giornata. Certo non è stata meno, la particolarità non si è fatta mancare. Tra

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi