Il consigliere regionale del Molise Petraroia incontra le istituzioni Campane. Insieme, contro le multinazionali dell’eolico.

La battaglia contro l’installazione delle pale eoliche, a ridosso del Parco del Matese e della  Valle del Tammaro, al confine tra Molise e Campania, non dà pace neanche  ai tanti cittadini e politici che, lottano contro la deturpazione di un territorio di altissimo rilievo storico e culturale, e contro la devastazione del vicino sito archeologico. La questione, va avanti da anni, ed è seguita dal consigliere regionale del Molise  Michele Petraroia, in prima linea  al fine di    arginare l’invasione selvaggia dell’eolico. Petraroia ha sottoposto la questione al Governo, con una denuncia finita sul tavolo di Franceschini 2 anni fa, ed oggi riaccende i riflettori denunciando la mancata convocazione  nei procedimenti autorizzativi della Regione Molise e della Direzione Generale del Ministero dei Beni Culturali che pure erano intervenute con proprie note sul procedimento.

Linkabile l’ha incontrato dopo l’ incontro tenutosi in questi giorni al Consiglio Regionale della Campania. «La nostra- dichiara il consigliere- è  una battaglia che coinvolge una serie di reti di associazioni di tutela ambientale,  di comitati , amministratori locali, regionali e cittadini che lottano affinchè  il massiccio del Matese, uno dei polmoni verdi dell’Italia  centro  meridionale, non venga deturpato e devastato con interventi invasivi. Chiediamo, invece  la sua valorizzazione attraverso l’istituzione di un “Parco Nazionale del Matese”. Ricordo che solo nei comuni confinanti col parco del Matese e Valle del Tammaro si prevede l’installazione di 100 pale eoliche alte 150 metri. Sono pervenute anche richieste di trivellazioni da parte di società petrolifere. Abbiamo in quell’area  la Valle dei Dinosauri tra Cusano Mutri , Morcone. E’ stato rinvenuto nel 1980 un esemplare di piccoli dinosauro, un territorio, ricco non solo a livello paesaggistico, ma anche paleontologico. Noi  stiamo cercando id impostare una mobilitazione e una lotta sia a livello nazionale che locale. Abbiamo fatto-continua- una manifestazione nell’area archeologica dell’antichissima città Sannito romana Saepinum-Altilia che risale al IV secolo a.c e che rischierebbe di essere travolta dalla realizzazione di questi impianti».

Una sinergia tra Molise e Campania. «Ho avuto-continua Petraroia-  un incontro presso la Giunta Regionale della Campania con il Vicepresidente assessore all’ambiente Fulvio Bonavitacolo ed Erasmo Mortaruolo, consigliere regionale sannita.  Ho avuto la possibilità di consegnare il materiale di studio raccolto in questi anni all’assessore  Lucia Fortini. C’ è stato un incontro anche con il sindaco di Napoli e  l’assessore al lavoro perché c’è una mobilitazione dei piccoli comuni dell’area del Tammaro che notoriamente non riescono ad avere un grande potere negoziale. Un’ alleanza grazie alla quale anche la città di Napoli interviene e si mobilita appoggiando la nostra lotta ed esprimendo solidarietà  per noi che, proviamo a resistere contro le multinazionali dell’eolico. Vogliamo preservare un patrimonio di rara bellezza e consegnarlo alle future generazioni  esattamente come lo abbiamo ricevuto. Questa lotta va avanti da 15 anni, e non ci fermeremo».

ciambriello

 

Previous Tra Fedez e J-Ax il tormentone dell’estate si chiama referendum
Next Quartiere Pianura: luci ed ombre. Intervista al Presidente Giannalavigna.

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

CAMPANIA: IN 20MILA TRA STUDENTI E GIOVANI HANNO SFILATO CONTRO LA MAFIA, E A SOSTEGNO DELLA MEMORIA DI CHI NE E’ STATO VITTIMA

Hanno deciso di sfilare  in 20mila, secondo la stima diffusa dagli organizzatori: ovvero,  studenti giunti da tutta la Campania per manifestare da Pompei, in provincia di Napoli, a Scafati, in

ultimissime

SASSUOLO -NAPOLI :1-1 .AZZURRI ANCORA UNA VOLTA VITTIME DEL TABU’ MAPEI STADIUM

“INSIGNE SALVA IL NAPOLI !“Così si può sintetizzare il pareggio tra gli azzurri ed il Sassuolo nel posticipo della 27esima giornata : infatti al Mapei Stadium ,il match termina per

ultimissime

NAPOLI , LE PAROLE DI ANCELOTTI E DE LAURENTIIS :” PROSEGUIREMO IL NOSTRO CAMMINO! SIAMO UNA SQUADRA COMPETITIVA “

“Ogni club ha i suoi obiettivi e le sue possibilità. Son venuto a Napoli perchè ho visto una squadra molto competitiva”. Cosi si è espresso il neo tecnico del Napoli

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi