Il Garante Ciambriello nel carcere di Benevento: molte criticità sanitarie e carenza di personale penitenziario. Vanno intensificati i trasporti tra la città e il carcere.

Stamattina il Garante per i detenuti Samuele Ciambriello ha visitato il carcere di Benevento.

Dopo alcuni colloqui effettuati in due sezioni maschili, ha visitato infermeria e, infine, il reparto femminile  nel quale sono presenti 72 detenute di cui 17 sex offenders. Nella Casa Casa Circondariale di Benevento sono ristretti complessivamente 391 detenuti. Dopo la visita Ciambriello ha dichiarato: “Le troppe lamentele sulla carenza di visite specialistiche, sul personale sanitario, degli infermieri e un reparto detentivo presso l’ospedale Rummo di Benevento, mi portano a concludere che i managers sanitari considerano la sanità penitenziaria come residuale.

Benevento è l’unica provincia campana che non ha un presidio dedicato ad ospitare anche solo 4 o 5 detenuti in degenza, visite sanitarie e operazione.

A proposito di sanità, ho visto  2 detenuti: il primo, Minic Uros, malato di tumore e il secondo, Cupido Diego, allettato e in sciopero della fame e di farmaci, che meritano, il secondo di stare in un centro attrezzato e il primo in una struttura esterna al carcere.”

Il Garante ha avuto segnalazioni che nei giorni scorsi presso il carcere di Benevento ci sono stati momenti di “criticità interne”, proteste di detenuti,  che riguardavano questioni sanitarie, pacchi per i colloqui, le funzioni degli educatori penitenziari e alcuni provvedimenti disciplinari.

Ho apprezzato il ruolo svolto in questi giorni dalla Direttrice Carmen Campi,la quale si è recata in ogni sezione a discutere con i detenuti che, pur avendo un regime aperto, anche quelli di alta sicurezza, avevano iniziato varie forme di protesta”, continua il Garante, “così come mi sono reso conto, visitando la sezione femminile, che per 72 donne detenute ci sono appena 12 donne agenti su una pianta organica di 29. Poche. A volte solo 2 di loro in turno x tutta la sezione. Segnalerò alle autorità competenti questa grave lacuna, cosi come solleciterò il sindaco di Benevento Clemente Mastella ad intensificare le corse degli autobus che collegano la città con il Carcere, per andare incontro alle necessità dei familiari in visita e alla stessa Polizia Penitenziaria.”

Previous "IN TERRA ,IN CIELO "con Silvia Garbuggino e Gaetano Ventriglia musiche composte ed eseguite da Gabrio Baldacci
Next RAPALLO , DECINE DI YACHT SCHIANTATI SUL MOLO

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

SPADA RIMANE IN CARCERE, CON L’ACCUSA DI VIOLENZA PRIVATA E LESIONI AGGRAVATE AI DANNI DEL GIORNALISTA RAI

Roberto Spada, rimane in galera  accusato dell’aggressione di un giornalista della Rai avvenuta il 7 novembre scorso ad Ostia. I Infatti il tribunale del Riesame di Roma ha respinto l’istanza

ultimissime

A SECONDIGLIANO, QUINTO SUICIDIO IN UN CARCERE CAMPANO DALL’INIZIO DELL’ANNO. LA DENUNCIA DEL GARANTE CIAMBRIELLO:”MANCANO FIGURE SOCIALI ED INTERVENTI PREVENTIVI.”

Ennesimo suicidio in un carcere campano.Nel pomeriggio di ieri, Giovanni Pontillo, 59 anni di Capodrise (CE), si è impiccato nella sua cella del carcere di Napoli-Secondigliano. Era detenuto nel reparto

ultimissime

EDEROCLITE:”Allora, la storia su Roma e le assicurazioni alla Raggi è più o meno questa…”

Quale reato si configura sulla questione delle assicurazioni a Roma e sulla Raggi? Da ieri la domanda che ci si pone è più o meno questa. Facciamo dunque un punto.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi