IL GENIO DI MARC CHAGALL: TRA ARTE, TEATRO, MUSICA E TECNOLOGIA

Si divideva fra arte, teatro, musica e tecnologia, il genio di Marc Chagall che sarà al centro di una mostra molto spettacolare allestita dal 13 ottobre al 28 gennaio negli spazi del milanese Museo della Permanente.
Capolavori imponenti come ‘La passeggiata’ o ‘Gli amanti in verde’, ricostruiranno la suggestione del percorso creativo di uno dei maestri indiscussi del XX secolo. Intitolata ‘Chagall.Sogno di una notte d’estate’, l’importante iniziativa espositiva è stata realizzata con il patrocinio del comune di Milano e prodotta in Italia da Arthemisia in collaborazione con Sensorial Art Experience. La prima edizione della mostra, adoperata in Francia da Culturespaces à Carrières de Lumières, è andata oltre i 580.000 visitatori e ha rappresentato una forma del tutto inedita di vivere l’arte, capace di indirizzare grazie a uno straordinario incontro tra diversi linguaggi espressivi e di comunicazione, di coinvolgere, travolgere ed emozionare gli spettatori.

Previous Centro di Servizio al volontariato della Basilicata: una realtá innovativa
Next Attivazione Radioterapia ad Ariano, domani consegna di diecimila firme alla presidente D’Amelio In Consiglio una delegazione delle associazioni Amdos e Harambee con il consigliere Iannace.

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

Un Sabato delle Idee interamente dedicato al vino tra arte, scienza, filosofia ed economia

“Da Socrate a Platone da Aristofane a Shakespeare. Dai grandi maestri della filosofia greca ai grandi pilastri della storia del teatro, nessuno è stato immune al fascino del vino ed

Cultura

LA PAROLA FERITA DI EDMON JABES, IN OCCASIONE DELLA PRIMA PUBBLICAZIONE IN LINGUA ITALIANA DE “IL LIBRO DELLE INTERROGAZIONI”

Mercoledì 20 Aprile ore 16 Sala Villani Università Suor Orsola Benincasa Via Suor Orsola 10, Napoli La prima traduzione integrale in lingua italiana de “Il Libro delle Interrogazioni” di Edmond

Cultura

Sostrati napoletani, influenza sul dialetto attuale (II Parte)

Di Carlo Fedele La città di Partenope fu la maggiore città della Magna Graecia già al IX sec. a.C. e per lungo tempo conservò il suo “greco” dorico, fino allo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi