IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA ORLANDO, A PALERMO: “LO STATO REAGISCE ANCHE A PICCOLI SEGNALI SIMBOLICI”

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, è giunto nella scuola Falcone, nel quartiere Zen a Palermo, dove nei giorni scorsi è stata decapitata la statua in marmo del giudice assassinato dalla mafia nella strage di Capaci del ’92. Il ministro ha deposto un mazzo di fiori sotto la foto di Falcone che è stata posizionata al posto della statua in fase di restauro.
“La cosa importante è essere qui per manifestare la presenza dello Stato e del governo. Sono qui per rendere omaggio a Giovanni Falcone caduto da direttore degli affari penali del mio ministero. Noi dobbiamo dare un segnale. Lo Stato reagisce anche a piccoli segnali simbolici”, ha detto il ministro della Giustizia. Ad accoglierlo la preside Daniela Lo Verde. “Ministro – dice la preside incontrando Orlando – noi abbiamo bisogno di abbracci e la ringrazio che sia venuto”. E il ministro ha replicato: “E noi siamo qui per darle idealmente un abbraccio”.

Previous CENTRODESTRA CAMPANO VERSO GLI STATI GENERALI. PARTE LA CAMPAGNA DI ASCOLTO. BERLUSCONI PUNTA AL SUD,AL MEETING NAPOLETANO IN ARRIVO IL SUO DISCORSO.
Next BAGNO DI FOLLA PER AURELIO DE LAURENTIIS, COINVOLTO NELLA SELFIE-MANIA. 5000 TIFOSI A DIMARO. PRIMO GIORNO PER MARIO RUI.

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Spostarsi in Campania. Trasporti tra servizi e disservizi

Disagi, ritardi, disservizi, pericoli… Ecco a quanto vanno spesso incontro i milioni di persone che quotidianamente usufruiscono, o cercano di usufruire, dei trasporti pubblici a Napoli e in Campania. E

Qui ed ora

AMBIENTE, M5S: ASSEDIO ROGHI, RICHIESTA AUDIZIONE IN COMMISSIONE

“C’è un vero e proprio assedio, una strategia messa in atto con lucida determinazione di criminali ai danni dell’ambiente e del patrimonio boschivo. Occorre alzare l’attenzione e intensificare i controlli

Qui ed ora

Policlinico di Caserta. Storia infinita. Ancora un blocco e lavoratori licenziati

«La vicenda dei lavoratori del Policlinico merita il massimo grado di attenzione ed è per questo che dopo l’audizione congiunta davanti alle Commissioni Sanità e Lavoro della Regione, ho nuovamente

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi