IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA ORLANDO, A PALERMO: “LO STATO REAGISCE ANCHE A PICCOLI SEGNALI SIMBOLICI”

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, è giunto nella scuola Falcone, nel quartiere Zen a Palermo, dove nei giorni scorsi è stata decapitata la statua in marmo del giudice assassinato dalla mafia nella strage di Capaci del ’92. Il ministro ha deposto un mazzo di fiori sotto la foto di Falcone che è stata posizionata al posto della statua in fase di restauro.
“La cosa importante è essere qui per manifestare la presenza dello Stato e del governo. Sono qui per rendere omaggio a Giovanni Falcone caduto da direttore degli affari penali del mio ministero. Noi dobbiamo dare un segnale. Lo Stato reagisce anche a piccoli segnali simbolici”, ha detto il ministro della Giustizia. Ad accoglierlo la preside Daniela Lo Verde. “Ministro – dice la preside incontrando Orlando – noi abbiamo bisogno di abbracci e la ringrazio che sia venuto”. E il ministro ha replicato: “E noi siamo qui per darle idealmente un abbraccio”.

Previous CENTRODESTRA CAMPANO VERSO GLI STATI GENERALI. PARTE LA CAMPAGNA DI ASCOLTO. BERLUSCONI PUNTA AL SUD,AL MEETING NAPOLETANO IN ARRIVO IL SUO DISCORSO.
Next BAGNO DI FOLLA PER AURELIO DE LAURENTIIS, COINVOLTO NELLA SELFIE-MANIA. 5000 TIFOSI A DIMARO. PRIMO GIORNO PER MARIO RUI.

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

NAPOLI: NUOVO CORTEO CONTRO L’ALTERNANZA SCUOLA -LAVORO

Nuovo corteo contro l’alternanza scuola-lavoro, oggi a Napoli, con un migliaio di persone, secondo fonti della Questura, che da piazza del Gesù è arrivato a piazza Mancini attraversando il centro

Qui ed ora

Napoli, salvato un neonato che la madre voleva buttare nella spazzatura

Una donna ucraina aveva avvolto il neonato appena partorito in un sacchetto della spazzatura e stava per buttarlo tra i rifiuti ma degli agenti, insospettiti dal fatto che era sporca di

Qui ed ora

A SCAMPIA DIALOGO CON I RAGAZZI DELLE SCUOLE

A Napoli ormai siamo nell’era Gomorra, infatti dopo la fine delle trasmissioni della suddetta serie televisiva, la città è stata teatro di scontri tra criminalità organizzate e aggressioni a ragazzi

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi