IL MINISTRO DELL’INTERNO MINNITI CHIEDE DI RAFFORZARE LE MISURE DI SICUREZZA, INTORNO GLI OBIETTIVI SENSIBILI, DOPO IL NUOVO ATTENTATO DI BARCELLONA

Dopo l’attentato a Barcellona, il ministro dell’Interno Marco Minniti ha chiesto di tenere alto  il livello di vigilanza in Italia, rafforzando sul territorio le misure di sicurezza per proteggere gli obiettivi sensibili. E’ quanto emerso dalla riunione straordinaria del Comitato di analisi strategica antiterrorismo (Casa), a cui hanno partecipato i vertici nazionali delle forze di Polizia, dei servizi di Intelligence e i rappresentanti della sicurezza di Spagna a Roma. In una nota diffusa dal Viminale, si legge : “Nel corso del Comitato è stata espressa la più ferma condanna per l’atto terroristico di Barcellona ed è stata manifestata la più stretta vicinanza e il cordoglio per le vittime e l’augurio di una pronta guarigione per le persone rimaste ferite. I vertici delle forze di Polizia e dei servizi di Intelligence hanno svolto, ognuno per la parte di propria competenza, un’approfondita analisi dello scenario internazionale, con particolare riferimento anche al nostro Paese. Anche se l’attenzione rimane altissima, il livello della minaccia non cambia per l’Italia. Il ministro Minniti ha chiesto di tenere elevato il livello di vigilanza, rafforzando sul territorio le misure di sicurezza a protezione degli obiettivi ritenuti più a rischio, nonché verso i luoghi che registrano particolare affluenza e aggregazione di persone. A tale proposito verrà emanata una circolare ai prefetti affinché attraverso i comitati provinciali per l’ordine e sicurezza pubblica che saranno convocati con la partecipazione dei sindaci e in sinergia con le polizie locali si svolga un attento monitoraggio relativamente agli eventi e alle iniziative già programmate sul territorio”.

Previous RANKING UEFA : VOLATA TRA ITALIA E FRANCIA
Next VERONA - NAPOLI, col seguito di una città che vuole lo scudetto.

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

TRAGEDIA LORETO MARE, CIARAMBINO (M5S): NON SOLO MALASANITA’, MA GRAVI CARENZE ORGANIZZATIVE DEI VERTICI

“Quello che è accaduto al Loreto Mare alza l’asticella del disastro sanità in Campania a un livello non più tollerabile. Non è possibile che debbano accadere tragedie come questa per

Qui ed ora

Agguato nella notte, ucciso 33enne

Un uomo di 33 anni, Filippo Sabatino, già noto alle forze dell’ordine, è stato ucciso la scorsa notte in un agguato scattato a Pimonte (Napoli). Sabatino è stato ucciso con

Qui ed ora

Morbillo: 864 casi dall’inizio dell’anno, il picco ad aprile

Dal primo gennaio al 30 aprile 2019 sono stati segnalati in Italia 864 casi di morbillo, di cui 299 nell’ultimo mese. Diciannove Regioni hanno segnalato casi, ma oltre due terzi

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi