IL PRESIDENTE DE LUCA:”ESPRIMO LA MIA NETTA CONTRARIETA’ AL RINVIO DELL’OBBLIGO DEI VACCINI, CHE RISCHIA DI DETERMINARE UN DANNO ENORME ALLA SALUTE DEI PIU’ FRAGILI.”

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca esprime tutta la sua contrarietà al rinvio dell’obbligo dei vaccini e spiega le iniziative promosse a breve sull’argomento:”Esprimo la netta contrarietà al rinvio dell’obbligo sui #vaccini, che rischia di determinare un danno enorme alla salute dei più fragili, e soprattutto di far arretrare una battaglia che ci ha visti impegnati con determinazione per raggiungere obiettivi di sicurezza per i nostri bambini.

La Regione Campania verificherà la possibilità di norme legislative autonome in relazione alla necessità di mantenere gli obiettivi. Intanto partirà un’ulteriore verifica attenta dell’Anagrafe delle vaccinazioni. Le famiglie inadempienti saranno escluse da misure sociali di sostegno che rientrano nelle competenze della Regione, a cominciare dal contributo per gli asili nido.

Per il resto non arretreremo di un millimetro per mantenere alti i livelli di vaccinazioni in Campania.”

Previous TENNIS, ATP : NADAL GUIDA LA CLASSIFICA
Next ANCORA VIOLENZA SULLA STRISCIA DI GAZA :UN PALESTINESI MORTO E PIU' DI 30 FERITI

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

Pd, Orfini: Sì a coalizione ma no a ogni costo. “Ok a doppio ruolo segretario-premier, no veti da partiti del 2%”.

Coalizione sì, ma non a “ogni costo”. E’ questa la linea del presidente del Pd Matteo Orfini che mette in guardia dagli errori del passato. “Noi abbiamo fatto una proposta

ultimissime

Carceri. Il garante Campano consegna 25 lavatrici. Ciambriello:”un gesto per migliorare la qualità della vita dei detenuti e gli standard di igiene e sicurezza sanitaria “

“Ci sono gesti piccoli, ma che in un momento di emergenza assumono un grande valore e sono essenziali. Sono lieto di annunciare che grazie al sostegno dell’Assessore regionale alle politiche

ultimissime

Più di 150 casi polmonite nel Bresciano, ipotesi un batterio nell’acqua

I numeri sono quelli di una epidemia. E sono aumentati nelle ultime ore. Hanno superato quota 150 i casi di polmonite nella Bassa bresciana Orientale. Sei i comuni particolarmente interessati:

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi