IL VISCHIO E’ IL GRANDE PROTAGONISTA DELLE FESTE

Il vischio è una pianta parassita, senza radici, ed è verde tutto l’anno. Si usa molto durante il periodo natalizio come decorazione per i pacchi, o si regala a chi varca la soglia di casa come segno di buon auspicio.

Quasi in tutto il mondo è risaputo che, se due innamorati si baciano sotto un ramoscello di vischio la notte di Capodanno, terranno lontani da loro problemi e difficoltà. Baciarsi sotto il vischio, infatti, è una tradizione molto antica che risale addirittura al tempo dei Celti che consideravano questa pianta una manifestazione vivente degli dei, simbolo indiscusso di buona sorte e positività, soprattutto in amore.

Al di là dei miti celtici, un implicito riferimento al vischio si trova anche in Virgilio, precisamente nel sesto libro dell’Eneide, ambientato in prossimità del Lago d’Averno, un luogo che non è solo un topos letterario voluto dal grande poeta mantovano, ma che esiste realmente da più di quattromila anni all’interno di un cratere vulcanico spento, situato nel comune di Pozzuoli, tra la frazione di Lucrino e Cuma.

Stando alla religione greca e poi romana, questo lago – il cui nome deriva dal greco e significa “senza uccelli”, perché si diceva che le sue acque esalassero dei particolari gas che non permettevano la vita a nessun volatile – era la porta di accesso all’Ade (Inferi), il regno del dio Plutone.

Previous NAPOLI: AL PAN LA MOSTRA PERSONALE DI ENZO PALUMBO
Next "PIANA CHRISTMAS VILLAGE": QUATTRO CHIACCHIERE IN PIAZZA A PIANA DI MONTE VERNA

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

PROGETTO ESTETICA ONCOLOGICA AL FATEBENEFRATELLI DI BENEVENTO

Le terapie oncologiche provocano anche effetti a livello cutaneo, e la cute rappresenta l’interfaccia tra la persona e il mondo che ci circonda. Preservare il benessere cutaneo significa pertanto preservare non

Approfondimenti

I MITI DI NAPOLI : STORIA DI VIA “SALVATOR ROSA”

Se pensiamo alla struttura della città di Napoli, alla conformazione di strade e quartieri ed alla stessa collocazione geografica, la peculiarità principale che viene in mente è un labirinto di

ultimissime

USA, Trump nomina il “nuovo” giudice della corte suprema

Il neo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha nominato il nuovo giudice alla Corte Suprema. Si tratta del Neil M. Gorsuch, ha 49 anni, proviene dal 10/mo circuito d’appello federale di Denver,

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi