INPS: NEL MESE DI DICEMBRE CALANO LE ORE DI CASSA INTEGRAZIONE ALLE AZIENDE

Nel mese di  dicembre sono state autorizzate dall’Inps 19,8 milioni di ore di cassa integrazione alle aziende con un calo del 30,1% su novembre e del 47,6% rispetto a dicembre 2016.  Nell’intero 2017 le ore di cassa integrazione chieste sono state 351 milioni con un calo del 39,3% sul 2016 (le ore erano oltre 579 milioni), il dato minimo dal 2008, anno di inizio della crisi economica.

Tra gennaio e ottobre l’uso delle ore di cassa integrazione è sceso al 33,6%. Su 302,7 milioni di ore autorizzate ne sono state effettivamente usate solo 101,7 milioni.Le pensioni liquidate dall’Inps con decorrenza 2017, cioè le nuove pensioni, sono state 516.706 con un aumento del 6,3% sul 2016. Lo si legge nel Monitoraggio sui flussi di pensionamento dell’Inps nel quale si spiega che nel 2017 i requisiti per l’accesso alle pensioni sono “rimasti immutati” sul 2016, anno che invece aveva visto l’aumento di 4 mesi per l’aspettativa di vita oltre a quello per le donne. Le pensioni di vecchiaia sono state 155.592 (+24% sul 2016) mentre quelle anticipate sono state 140.193 (+16,4%).  Inoltre  nuovi contratti a tempo indeterminato (comprese le trasformazioni) stipulati nel mese sono stati 88.815 con un calo del 30,3% rispetto allo stesso mese del 2016 (127.565). Nel 2016 erano in vigore incentivi contributivi alle assunzioni stabili ma ridotti rispetto al 2015 quando, anche grazie allo sgravio contributivo triennale totale per i contributi previdenziali, furono stipulati 200.536 contratti a tempo indeterminato.

Previous SALERNO: UNA LITE FRA DUE CONIUGI SCOPPIA IN TRAGEDIA
Next ELEZIONI ,IL CARDINALE BASSETTI: " DIALOGARE SIGNIFICA CERCARE IL BENE COMUNE PER TUTTI"

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

MOXEDANO: ” ALLA FESTA NAZIONALE DI MDP E’ STATA SCRITTA UN’ALTRA BRUTTA PAGINA DI DEMOCRAZIA E LIBERTA’ DI ESPRESSIONE”

“Alla festa nazionale di Mdp è stata scritta un’altra brutta pagina di democrazia e libertà di espressione, un gruppo di attivisti dei centri sociali e dei disoccupati, infatti, ha impedito,

Economia e Welfare

Spari davanti bar, ferito un cliente

Spari da una moto nel Napoletano contro un gruppo di uomini ritenuti dalla Polizia vicini al clan Mazzarella: erano fermi davanti a un bar; sono rimasti illesi, l’unico ferito un

Economia e Welfare

NAPOLI , MORTO IL VIGILANTE AGGREDITO ALLA STAZIONE DI PISCINOLA

E’ morto all’ospedale Cardarelli di Napoli, il vigilante aggredito lo scorso 3 marzo nel piazzale della stazione di Piscinola della linea 1 della metropolitana. L’uomo, 51 anni, fu ferito alla

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi