INSTAGRAM :LANCIATA LA GUIDA PER I GENITORI

Negli Stati Uniti Instagram lancia una guida per i genitori: lo scopo è quello di affiancare i figli in un utilizzo responsabile della piattaforma. Rintracciabile all’indirizzo parents.instagram.com, la guida propone tra le altre cose un glossario per comprendere il significato dei termini più utilizzati sull’app e per conoscere gli strumenti dedicati alla tutela della privacy e alla protezione dei minori.

Lo strumento è formulato in maniera tale da poter essere accessibile anche a coloro che hanno poca dimestichezza con Instagram, non avendolo mai testato in prima persona. Tre i punti chiave nella “Parents’ Guide”: modalità di gestione della privacy per esercitare controllo su chi può o non può accedere ai contenuti pubblicati; modalità di interazione (compresi i filtri automatici da applicare ai commenti); tempo speso in compagnia dell’app. La guida è stata realizzata in collaborazione con National PTA, Scholastic, ConnectSafely, National Alliance for Mental Illness (NAMI), National Eating Disorder Association (NEDA), GLSEN, Yale Center for Emotional Intelligence, PFLAG, Boys & Girls Clubs of America, Girl Scouts of the USA, e PACER’s National Bullying Prevention Center.

Previous Da settembre il genio è in fotografia
Next I ROMANZI DIVENTANO STORIE DI INSTAGRAM

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

GOOGLE SPINGE SULLA PIATTAFORMA “BULLETIN” PER SEGNALARE LE NOTIZIE LOCALI AVVALENDOSI DEGLI UTENTI

Google spinge sulle notizie locali e lancia “Bulletin”, piattaforma di informazione che si avvale dei contributi degli utenti per la segnalazione di notizie ed eventi del posto. Il servizio è

Approfondimenti

Huawei, dopo Apple supereremo anche Samsung

Dopo aver scalzato Apple dalla seconda posizione nel mercato mondiale degli smartphone, Huawei prende di mira Samsung puntando alla vetta della classifica. L’ambizione è stata palesata da Richard Yu, Ceo

Approfondimenti

NICOLA PAGLIARA , UN ARCHITETTO AL PASSO COI TEMPI

Nicola Pagliara, nato a Roma nel 1933, architetto, già docente alla Federico I dopo aver trascorso la sua adolescenza a Trieste, nel 1947 si trasferisce a Napoli, città nella quale

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi