INTERCETTAZIONI: IL CONSIGLIO DEI MINISTRI DA IL VIA LIBERA ALLA RIFORMA DELLE INTERCETTAZIONI, CHE ENTRERA’ IN VIGORE TRA 6 MESI

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera definitivo alla riforma delle intercettazioni, che entrerà in vigore dopo sei mesi dalla sua pubblicazione, prevista per gennaio. Una norma che  quindi sancisce il diritto dei giornalisti ad avere copia dell’ordinanza di custodia cautelare, una volta resa nota alle parti, sarà invece efficace tra un anno.

In merito a tale avvenimento ha espresso le sue considerazioni il ministro della Giustizia Andrea Orlando sottolineando come il provvedimento  impone una serie di vincoli e divieti che impediscono di usarle come strumento di diffusione di notizie improprie:”Abbiamo un Paese che utilizza le intercettazioni per contrastare la criminalità e non per alimentare i pettegolezzi o distruggere la reputazione di qualcuno. Noi pensiamo a delle ordinanze che non siano più il copia-incolla di oggi, come spesso avviene. Se questo avverrà e la prassi del copia incolla viene superata mi sembra ragionevole che si possa arrivare alla loro pubblicazione“. Commenta sconsolato Rinaldo Romanelli, componente della giunta dell’Upci: “E’ una riforma che non possiamo considerare positiva perchè per tutelare privacy e riservatezza si è scelto di limitare fortemente il diritto di difesa. Il che crea danni significativi a chi si trova coinvolto il vicende giudiziarie. Già oggi difendere e complicato. Un domani diventerà pressoché impossibile, tanto meno nella fase cautelare.Per fare riforma in materia penale ci vuole coraggio, ma questo coraggio non c’è stato”  in conclusione  “il 98% per cento del materiale intercettato è irrilevante,non bastano 10 giorni” . 

Previous ITALIA : BOOM DI VIAGGI E CRESCITA DELLA SPESA PER IL VEGLIONE DI CAPODANNO
Next NAPOLI: AL PAN LA MOSTRA PERSONALE DI ENZO PALUMBO

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

NAPOLI ,RAGAZZINO COLPITO ALLA TESTA : UN ARRESTO

I carabinieri hanno arrestato a Parete (Caserta), su ordine del Gip del Tribunale di Napoli Nord, un uomo di 35 anni accusato di tentato omicidio in relazione al ferimento del

Qui ed ora

FUNICOLARE CENTRALE: TROPPI 300 GIORNI DI FERMO!

Gennaro Capodanno presidente del Comitato Valori collinari, esprime forti dubbi e perplessità sull’eccessiva durata dei lavori alla funicolare Centrale da oggi ferma per la revisione ventennale, chiedendo che tali tempi

Qui ed ora

Brasile: Bolosonaro è il nuovo presidente con il 55,7% dei voti

Dopo lo scrutinio dell’88,45% dei voti nel ballottaggio delle elezioni presidenziali in Brasile, Jair Bolsonaro risulta vincitore con il 55,7%, contro il 44,30% ottenuto da Fernando Haddad.  La quarta democrazia

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi