Istat: Boom dei contratti a termine

Nel terzo trimestre del 2018 gli occupati diminuiscono di 52.000 (-0,2%) unità rispetto al trimestre precedente ma aumentano di 147.000 unità (+0,6%) rispetto al terzo trimestre del 2017. Lo rileva l’Istat nel report sul mercato del lavoro, sottolineando che il tasso di occupazione resta stabile al 58,7%.

Diminuiscono soprattutto i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato (-0,7% sul trimestre precedente e -1,5%, pari a un calo di 222.000 unità, rispetto al terzo trimestre 2017). Gli occupati sono 23.255.000. Il tasso di disoccupazione nel terzo trimestre cala al 10,2% con una riduzione di 0,5 punti rispetto al trimestre precedente e una riduzione di 1,2 punti rispetto allo stesso trimestre del 2017. Lo rileva l’Istat sulla base dei dati destagionalizzati sottolineando che è aumentato il tasso di inattività (al 34,5%, +0,4 punti). I disoccupati sono 2.653.000 con una riduzione sia congiunturale (-5,1%) sia tendenziale (-12,1%, pari a un calo di 332.000 unità).
Nel terzo trimestre del 2018 gli occupati a termine erano 3.112.000, il valore più alto dal 1992.

Previous CONSIGLIO APPROVA LEGGE CHE ISTITUISCE FONDO REGIONALE PER IL SOSTEGNO SOCIO-EDUCATIVO, SCOLASTICO E FORMATIVO A FAVORE DELLE VITTIME INNOCENTI DI CAMORRA, DEI REATI INTENZIONALI VIOLENTI E DEI LORO FAMILIARI
Next SCRITTI SULLA PITTURA DEL SEICENTO E SETTECENTO NAPOLETANO

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

ISTAT, IN ITALIA UN MILIONE DI FAMIGLIE SENZA LAVORO

In Italia è rimasta stabilmente sopra il milione la conta delle famiglie senza lavoro e quindi senza stipendio. Sono, per la precisione, 1.085.000 i nuclei che secondo la statistica dell’Istat

Economia e Welfare

Napoli: ex detenuti puliscono le strade, l’iniziativa di “I bar academy” e degli ex D.O.N. di Pietro Ioia

Spesso si dice che quando la mano pubblica non basta, è necessario che il terzo settore dia una mano. E’ quanto sta accadendo a Napoli dove l’iniziativa di un’associazione sta

Economia e Welfare

ISTAT : REDDITI E CONSUMI IN RIALZO

Nel primo trimestre del 2017 il reddito disponibile delle famiglie è aumentato dell’1,5% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dell’1,3%. In entrambi i casi si tratta degli

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi