Istat ,Crolla la produzione industriale, -5,5% in un anno

Allarme dell’istat sull’economia italiana: a gennaio l’indicatore anticipatore, ‘spia’ di quel che accadrà, ha “registrato una marcata flessione, prospettando serie difficoltà di tenuta dei livelli di attività”.

L’istituto ha diffuso anche i dati sulla produzione industriale, che indicano un crollo: a dicembre si registra rispetto a novembre un calo dello 0,8%. Si tratta della quarta contrazione consecutiva. Su base annua l’indice corretto per gli effetti di calendario risulta in ribasso del 5,5% (dato corretto per gli effetti di calendario). Si tratta della diminuzione tendenziale più accentuata dal dicembre del 2012, ovvero da sei anni. In ribasso anche il dato grezzo (-2,5% su base annua).

Riguardo alla disoccupazione, il tasso nel 2018 si è fermato al 10,6%, 0,7 punti percentuali in meno rispetto al 2017. Nella nota mensile, l’Istat ha diffuso una stima preliminare, basata sui dati mensili, in anticipo rispetto al dato annuo che verrà diffuso a metà marzo, insieme alle statistiche trimestrali.

Negli ultimi cinque anni, fa notare l’Istat, “il tasso di disoccupazione ha mostrato una diminuzione di 1,5 punti percentuali, tornando ai livelli del 2012, ma restando ancora lontano dal minimo storico del 2007 (6,1%)”.

Previous VENEZUELA ,LA RICHIESTA DI TRUMP :APPOGGIATE GUAIDO'
Next NAPOLI ,PAPA FRANCESCO INCONTRA L'ARCIDIOCESI DI BENEVENTO

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Napoli, sequestrate 900 monete da 2 euro destinate a una gelateria del capoluogo campano

Il comando Antifalsificazione Monetaria dei Carabinieri è riuscita a “scovare” e sequestrare monete da 2 euro e banconote da 5, 20 e 50 euro per un totale di 900 monete

Economia e Welfare

Vinitaly: spazio all’eccellenza campana

«Essere a Vinitaly è una importante opportunità per la Campania. E quest’anno ci saremmo con molta più partecipazione e con iniziative con le quali accompagneremo i nostri produttori. Sono 117 le

Economia e Welfare

SCANDALO POLITICHE SOCIALI A CASERTA.TEMPO SCADUTO. TUTTI A CASA FUNZIONARI FIGLI DEL “NONSIPUOTISMO”.DENUNCIA DELLA LEGACOOP.

Non solo Napoli, anche i Comuni di Maddaloni, Arienzo, San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico, Valle di Maddaloni, Cervino, afferenti all’ambito sociale di Zona C2, lasciano a casa

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi