ITALIA , RECUPERATA LA STATUA ACEFALA DI AFRODITE

Rubata nell’agosto del 2011 da un’aula dell’Università di Foggia, torna  per il periodo di  San Valentino la  statua acefala di Afrodite, risalente al I sec.d.C. Le indagini erano partite nel 2013, quando era stata notata la messa in vendita, da parte di una casa d’aste bavarese, di un reperto che appariva di chiara origine italica.

Il confronto con le foto della Banca Dati dei beni d’arte rubati fece il resto, permettendo di identificare l’oggetto. Ma il ritrovamento della Venere, che ha un valore commerciale di 350 mila euro, è stato anche il punto cardine  per un’indagine che, con la collaborazione della polizia tedesca, ha permesso di identificare un intero traffico, portando già nel 2016 all’arresto di diverse persone e al recupero di 2500 reperti. Mancava solo l’Afrodite, restituita in seguito ad una rogatoria internazionale. Ora, assicurano gli investigatori, anche lei potrà di nuovo essere ammirata.

 

 

Previous NAPPI (FI): “IL MUSEO ARCHEOLOGICO DEI CAMPI FLEGREI HA BISOGNO DI ESSERE VALORIZZATO”
Next A SCAMPIA DIALOGO CON I RAGAZZI DELLE SCUOLE

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

Napoli, ‘Piagnisteo napoletano’: Il quotidiano “Libero” attacca i napoletani e un edicolante non vende il giornale

E’ partito tutto da un’edicola al Centro direzionale di Napoli, ‘Edicola All news’, che stamane ha mostrato una pagina di un noto giornale dal titolo ‘Piagnisteo napoletano’. L’edicolante, Capuano, ha

Officina delle idee

SALES: “LA POLEMICA TRA SAVIANO E DE MAGISTRIS? E’ PARADOSSALE”

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha sempre polemizzato con lo scrittore Roberto Saviano che si ostinerebbe a non riconoscere i progressi che sta facendo la città di Napoli

Officina delle idee

“LA LETTURA LIBERA”, CONTINUA L’INIZIATIVA NEL CARCERE DI POGGIOREALE: L’INCONTRO CON GIULIANA COVELLA E PAOLO MIGGIANO

L’avventura de “La Mansarda“, l’associazione che da decenni si propone l’obiettivo di offrire ai detenuti una possibilità di riscatto, continua con l’iniziativa dedicata alla cultura all’interno del carcere di Poggioreale.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi