La Certosa di San Martino chiusa sine die

Da 6 mesi il museo di San Martino, una delle strutture più importanti d’Italia, offre uno squallido quanto vergognoso spettacolo ai visitatori, forestieri o indigeni che siano.

Oltre ai numerosi settori chiusi da tempo immemore, quali quelli dedicati al Seicento, all’Ottocento, alla collezione Alisio, da tempo ha chiuso i battenti, con la scusa di un inesistente dissesto nel pavimento, anche la Certosa con annessi sagrestia, tesoro, coro dei conversi etc. Il Quarto del Priore è visitabile per metà. L’unica cosa che resta è lo spettacolare panorama, che si può ancora godere dalle ampie terrazze. Il tutto dovuto, oltre che dalla inefficienza dell’amministrazione, alla cronica carenza di custodi, affetti da asseinteismo reiterato. Va chiesto con urgenza assoluta il commissariamento dei vertici e se necessario dello stesso ministro della cultura.

Previous L'ASSOCIAZIONE CULTURALE "OXEIA" PRESENTA "ANALFABETISMO EMOTIVO"
Next Titta, sorella di Genny Cesarano, diventa modella per un murale al Rione Sanità

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Anoressia, bulimia e alimentazione incontrollata

Se in Italia è partito ormai da qualche anno l’allarme obesità infantile in Campania siamo arrivati ormai a numeri da “epidemia”. Una recente ricerca del Ministero della Salute su studenti

Approfondimenti

A BUCCIANO (BN), IL PRIMO MEMORIAL DI CALCIO A 5 “MICHELE BENEDETTO”

Prenderà il via nella giornata di martedì 27 giugno, a Bucciano, in provincia di Benevento, il primo torneo di calcio a 5 dedicato alla memoria di Michele Benedetto”, giovane ragazzo

Approfondimenti

CAMPANIA: L’ANTICA CALES, CITTA’ AURUNCA IN PROVINCIA DI CASERTA, CROCEVIA DI GRANDI CIVILTA’

Zuni, Visciano e Petrulo sono le frazioni che compongono il paese sito nella provincia di Caserta, Calvi Risorta, l’antica Cales, città aurunca crocevia di grandi civiltà. Sede di etruschi, latini, sanniti e

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi