LA MAGIA DEL NATALE ILLUMINA AGROPOLI CON L’ACCENSIONE DELL’ALBERO DI NATALE E I MERCATINI NATALIZI

Domani, 1 dicembre, alle ore 18.00, la magia del Natale illuminerà la cittadina costiera di Agropoli, in provincia di Salerno, l’accensione dell’Albero di Natale, di 14 metri di altezza, in Piazza Vittorio Veneto e, contestualmente, delle luminarie natalizie che arricchiranno di colore le principali strade e il centro storico.

Sul piazzale antistante la Chiesa della Madonna di Costantinopoli sarà installato un albero addobbato; soggetti luminosi contraddistingueranno, invece, i caratteristici vicoli, così come lo spazio antistante la chiesa dei SS. Pietro e Paolo. Saranno addobbate a festa anche le rotatorie, la Casa Comunale, gli svincoli, i giardini “Caduti di Nassiriya”, le aree prossime al porto turistico, via Mazzini e Piazza della Mercanzia, il lungomare San Marco e le località Mattine, Madonna del Carmine e Fuonti.

Un ricco programma di eventi farà da cornice al Natale agropolese tra musica, teatro, sport e tradizione. Dal 1 dicembre 2017 prenderanno il via anche i “Mercatini Natalizi” che avranno due location: via Filippo Patella e Piazza della Repubblica, che sarà anche la location del “Villaggio Incantato”.

Previous MOSTRA DI BAIA SOMMERSA: IN ESCLUSIVA LE IMMAGINI DELL'AREA MARINA PROTETTA
Next IL NATALE SI AVVICINA E IL 46% DEGLI ITALIANI ACQUISTA REGALI ON LINE

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

“Napoli Capitale Morale” di Angelo Forgione diventa uno spettacolo teatrale all’AvaNposto Numero Zero

Era il 1861 quando avvenne la proclamazione del Regno d’Italia, Nord e Sud uniti nella stessa nazione. La domanda che si sono posti spesso nel tempo intellettuali, storici, cittadini e

Officina delle idee

MARIANO D’ANTONIO:”LA LEZIONE DELL’ELEZIONE DI MACRON,AL DI LA’ DEI GIOCHETTI E DELLE IMITAZIONI.”

Quale lezione viene a noi italiani dall’elezione di Emmanuel Macron alla presidenza della Repubblica francese? La prima lezione è che la tenacia e il coraggio nel perseguire un progetto politico

Officina delle idee

Festival della Memoria al MAV di Ercolano

«La memoria, dunque, come filo conduttore d’un programma teso a rendere Ercolano e il sito archeologico, un riferimento per la comprensione dell’archeologia nel rapporto tra resti e realtà, tra sviluppo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi