“LA MERAVIGLIA DEGLI ANNI IMPERFETTI”: CLARA SANCHEZ RACCONTA LE VICISSITUDINI DI FRAN, EDOARDO E TANIA E DEL MISTERO CHE INTRECCIA LE LORO VITE

Nel piccolo sobborgo di Madrid in cui è Fran è cresciuto passa le sue giornate con l’amico Eduardo e sua sorella Tania, di cui è perdutamente innamorato. I due ragazzi non potrebbero essere più diversi da lui. Figli di una famiglia benestante, frequentano le scuole e gli ambienti più esclusivi. Eppure Fran sente che dietro quell’apparenza dorata si nasconde qualcosa. Quando Tania, una volta cresciuta sposa all’improvviso un uomo dal passato oscuro, i dubbi si trasformano in certezze. Eduardo comincia a lavorare per il cognato e tutto cambia. È sempre più solitario e nulla sembra interessargli. Fran ha bisogno di sapere come stanno veramente le cose. Ma la risposta non è mai stata così lontana. Perché Eduardo gli consegna una chiave misteriosa da custodire chiedendogli di non parlarne con nessuno, l’uomo intanto c trascina con se anche Eduardo convincendolo a lavorare per la sua prestigiosa azienda. Clara Sanchez,ancora una volta ribalta tutte le carte, le mescola per aggiungere poesia al mistero ne ” La meraviglia degli anni imperfetti“.La conclusione del racconto si risolve  con un lieto fine in cui tutto si aggiusta per il protagonista, senza nessuna giustificazione plausibile.  Fran non muta comportamento o atteggiamento davanti alle straordinarie vicende della sua vita. “Ciò che uno prova per gli altri non ha niente a che vedere con ciò che gli altri provano per lui. Se le due cose coincidessero sempre, vivere sarebbe un gioco da ragazzi.” afferma la Sanchez, spiegando il difficile mestiere della vita, che ci mette nelle mani del tempo, dei problemi, delle sfide, e anche dei sorrisi e spetta a noi orchestrarli e creare una propria meraviglia degli anni imperfetti. E alla domanda di “cosa c’è dietro una vita imperfetta?” la risposta la darà il lettore alla fine della storia.

Risultati immagini per LAMERAVIGLIA DEGLI ANNI IMPERFETTI

Previous Battisti, tribunale federale concede la libertà
Next NAPOLI: NELLA RISERVA DEGLI ASTRONI RITORNANO I "DINOSAURI IN CARNE E OSSA"

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

“DA DOVE VIENE E DOVE VA QUESTA EUROPA”,NE PARLA LUNEDI A BENEVENTO LUCIANA CASTELLINA.

Alla vigilia delle celebrazioni dei 60 anni della firma dei Trattati di Roma (istitutivi della CEE e della CECA), il Centro Studi del Sannio propone una riflessione sui destini dell’Unione

Cultura

NAPOLI, CITTA’ PROTAGONISTA DEI DAVID DI DONATELLO

Si è tenuta nella Sala A di Viale Mazzini, a Roma, la conferenza stampa di presentazione delle candidature per la sessantaduesima edizione del “David di Donatello”, il prestigioso riconoscimento dell’Accademia del Cinema

Cultura

Mestieri di Napoli: ‘o carnacuttaro…

E’ servita su un foglio di carta pesante, all’interno un altro di carta oleata, il tutto avvolto poi a cono. Il nostro afferra un corno di bue forato in punta

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi