LA PASSWORD PER COMPUTER, SMARTPHONE E DISPOSITIVI ELETTRONICI POTREBBE, NEL FUTURO, ESSERE IL BATTITO CARDIACO

Nel fututo, la  password per computer, smartphone e altri dispositivi elettronici potrebbe essere il proprio cuore:  sistema sviluppato da ricercatori americani dell’Università di Buffalo che si basa sulla geometria, unica, del muscolo cardiaco.

Il sistema sfrutta una scansione radar particolare che identificare un individuo dalle dimensioni e dalla forma del cuore . Secondo gli sviluppatori il sistema è sicuro e potenzialmente anche un’alternativa più efficace non solo delle password tradizionali ma anche degli altri sistemi biometrici di riconoscimento, sottolineando che “Non sono mai state trovate due persone con un cuore identico”.

Il segnale di questo radar è minore di quello di una rete WiFi, assicurano i ricercatori. La tecnologia sarà presentata il mese prossimo alla conferenza MobiCom nello Utah.Gli usi potrebbero essere diversi, suggeriscono, dagli smartphone ai varchi aeroportuali. © ANSA

Previous Meeting degli Indipendenti di Faenza:Monica Matticoli e il ritorno di Miro Sassolini
Next TUMORE AL SENO , UNA MARATONA PER LA RICERCA E LA PREVENZIONE . MARTEDì 3 OTTOBRE CONFERENZA STAMPA CON D'AMELIO , MORTARUOLO E L'ASSESSORE MARCIANI

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Un passo importante verso la pace in Libia . C’è l’accordo tra Sarraj e Haftar. Macron ringrazia l’Italia

“Oggi la causa della pace in Libia ha fatto un  grande progresso. Voglio ringraziarvi per gli sforzi fatti”, così il Presidente francese Emmanuel Macron ha dato l’annuncio dell’accordo trovato tra il

Approfondimenti

Terrorismo, Minniti: attenzione massima, stessa minaccia di Istanbul

Dopo l’attentato di Capodanno a Istanbul «l’attenzione rimane altissima, ma il livello della minaccia non cambia per l’Italia». È quanto è emerso al termine di un vertice al Viminale tra

Approfondimenti

ECLISSI: LA STORIA DI ANGOL

Esistono stelle di grande interesse storico, studiate fin dall’antichità, ed altre che invece venivano osservate con diffidenza e timore. Ci sono stelle che hanno ispirato miti e leggende, ed altre

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi