LA POLAROID DEL 1977 RINASCE ATTRAVERSO L’ERA DIGITALE

A dieci anni di distanza dall’ultima macchina Polaroid , che arrivo nel 1977, si avvia una nuova  operazione commerciale in fatto di foto, che ruota intorno alla OneStep 2. Il dispositivo torna a proporre un tipo di fotografia che è stato spazzato via dall’avvento delle macchine digitali e degli smartphone. Polaroid aveva cercato di adeguarsi sfornando la fotocamera Snap, una digitale compatta in grado di stampare gli scatti sul momento.

La OneStep 2 ha lo stesso identico funzionamento “punta-e-scatta”  con le foto che prendono vita sulle pellicole in bianco e nero o a colori, e nasce per l’appunto con l’intento di scattare foto istantanee. Anche le pellicole sono fedeli alla tradizione e compatibili con li vecchi apparecchi Polaroid. L’azienda ha deciso poi di mettere sul commercio anche i vecchi modelli rigenerati.

Previous LA COREA DEL NORD MINACCIA IL GIAPPONE E GLI USA CON UN ATTO NUCLEARE
Next PADOAN:" IL RISCHIO PIU' SERIO IN QUESTA FASE DI ECONOMIA CHE SEMBRA TORNARE ALLA NORMALITA' E' PENSARE CHE IL PEGGIO SIA PASSATO E QUINDI MENO O POCO RESTI DA FARE"

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Dieta mediterranea, “viagra” naturale

Che l’alimentazione potesse essere una componente essenziale per la nostra vita sessuale era già noto ma che fosse determinante per aiutare l’uomo sotto le lenzuola, specie quando si adotta la

Approfondimenti

TERREMOTO :DUE SCOSSE FANNO TREMARE POZZUOLI

Due mini  scosse di terremoto intorno alla mezzanotte scorsa si sono registrate nell’area di Pozzuoli. La prima scossa di magnitudo 1,5 si è registrata alle 11,57, una seconda a breve

Approfondimenti

“BIOLOGIA CON CURVATURA BIOMEDICA”: AL VIA IL PERCORSO DI ORIENTAMENTO SANITARIO PROMOSSO DAL MIUR E DALLA FNOMCEO SELEZIONATO IL LICEO SCIENTIFICO ARMANDO DIAZ DI CASERTA

Sono 27 i licei scientifici d’Italia che dall’anno in corso attueranno il Progetto nazionale sperimentale «Percorso di orientamento-potenziamento biologia con curvatura biomedica». Il progetto nasce dalla collaborazione fra Miur e

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi