LA PROCURA DI NAPOLI ALLA APPLE: APRITE L’I-PHONE DI TIZIANA CANTONE

Continuano le indagini per far luce sul suicidio di Tiziana Cantone, l’ultimo atto dovrebbe essere la lettura dei dati del cellulare di Tizianatiziana-cantone, un Iphone. Per accedere a questi dati il pm titolare dell’inchiesta, Rossella Esposito, dovrebbe avere il beneplacito dalla Apple. In passato la azienda fondata da Steve Jobs aveva negato il consenso al governo americano che voleva accedere a un I- phone per reati riguardanti lo spaccio di stupefacenti: “Forzare la Apple a sbloccare i dati minaccerebbe la fiducia tra la Apple e i clienti e rovinerebbe la reputazione del brand”- tuonò la Apple. La Google scese a fianco della Apple assicurando che anche loro avrebbero tutelato la privacy dei loro clienti. Le autorità statunitensi obiettarono che «Apple sembra opporre le sue obiezioni sulla base della combinazione di un percepito impatto negativo sul modello di business, sulla reputazione e sulla strategia di marketing. Così facendo avrebbe scelto ripudiare pubblicamente la decisione della magistratura invece di assistere gli sforzi di indagare pienamente un attentato letale». La disputa è ancora aperta. Riuscirà invece la procura di Napoli a ottenere dalla Apple l’accesso del dispositivo della Cantone? Terranno conto del fatto che si tratta di un caso diverso, dal momento che Tiziana purtroppo non è più tra noi e che l’accesso al suo dispositivo servirebbe soprattutto a renderle giustizia?

Raimondo E. Casaceli

Previous NAPOLI si conferma città ACCOGLIENTE, " BENVENUTI MIGRANTI"
Next NAPOLI-EMPOLI : GLI AZZURRI CERCANO CONTINUITA’ PRIMA DEL BIG MATCH CONTRO LA JUVENTUS

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Polemiche per un articolo di Selvaggia Lucarelli che difende uno spot che confonde la musica napoletana con quella neomelodica

Noi napoletani siamo stati sempre definiti ironici, scanzonati, umoristi (non per nulla Napoli è la patria dei Totò, dei De Filippo, dei Troisi, della commedia dell’arte in generale) ma negli

Approfondimenti

IL MONDO DELLO SPETTACOLO, DEL CINEMA E DELLA MUSICA E’ ANCORA LONTANO DALL’AVERE UNA PARITA’ DI GENERE

NuovoImaie, l’Istituto per la tutela degli Artisti Interpreti ed Esecutori, presenta un’importante ricerca sulla parità di genere  insieme ai dati 2017: 10.239 soci, più di 36 milioni di euro di

Approfondimenti

Vomero: medicinali scaduti abbandonati sul marciapiede

Lasciare rifiuti in strada non rientra nel massimo della civiltà. Ancor più quando questo si tratta di un medicinale e per di più scaduto, questo sembra essere successo al Vomero

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi