La Squadra mobile della Questura di Napoli ha fermato un minorenne coinvolto nell’omicidio di Coroglio

La Squadra mobile della Questura di Napoli la scorsa notte ha fermato un minorenne che era stato  coinvolto nell’omicidio di Coroglio, a Napoli, di Agostino Di Fiore, 28 anni.
Dapprima una lite in una discoteca di Bagnoli, a Napoli, per  dei banali motivi. Poi il giovane, residente nel quartiere di Scampia,  ha incontrato lungo la strada le persone con le quali aveva litigato nel locale. Qualcuno ha preso la pistola. Sono stati esplosi in tutto quattro colpi, uno dietro l’altro, e per il 28enne non c’è stato scampo: è morto subito. Le accuse ipotizzate dalla procura dei Minorenni di Napoli nei confronti del giovane bloccato dalla Polizia, secondo organi di stampa,  sono di concorso in omicidio, porto e detenzione di arma da fuoco. 

Previous MONDIALI IN RUSSIA :SARA' LA COMPETIZIONE PIU' COSTOSA DI SEMPRE !
Next UN GIOVANE NIGERIANO DI 17 ANNI RESIDENTE A CASERTA PERDE LA VITA ANNEGANDO IN PISCINA NELLA VILLA DOVE LAVORAVA

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

UE: Pittella e Toia, su conti pubblici Tajani è di parte

“Stupisce, leggendo l’intervista a Repubblica del presidente del Parlamento Antonio Tajani, di constatare che così repentinamente lui dismetta i panni del presidente istituzionale, notaio di tutte le forze politiche del

Qui ed ora

Crisi di governo, Renzi formalizzerà le dimissioni dopo l’approvazione della manovra

Dopo i risultati di ieri e le dimissioni annunciate da Matteo Renzi, la giornata odierna è vissuta nell’attesa dell’incontro tra il premier e il Presidente della Repubblica. Il presidente del

Qui ed ora

IL DIFENSORE CIVICO DELLA REGIONE CAMPANIA GIUSEPPE FORTUNATO:”RICONDURRE P.A. AL SERVIZIO DEL CITTADINO.”

“Nella Pubblica Amministrazione c’è bisogno di giustizia, gentilezza e meritocrazia. Dal 14 luglio sono all’opera come Difensore Civico della Regione Campania improntando le mie attivita’ a tali valori e proseguirò

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi