La Squadra mobile della Questura di Napoli ha fermato un minorenne coinvolto nell’omicidio di Coroglio

La Squadra mobile della Questura di Napoli la scorsa notte ha fermato un minorenne che era stato  coinvolto nell’omicidio di Coroglio, a Napoli, di Agostino Di Fiore, 28 anni.
Dapprima una lite in una discoteca di Bagnoli, a Napoli, per  dei banali motivi. Poi il giovane, residente nel quartiere di Scampia,  ha incontrato lungo la strada le persone con le quali aveva litigato nel locale. Qualcuno ha preso la pistola. Sono stati esplosi in tutto quattro colpi, uno dietro l’altro, e per il 28enne non c’è stato scampo: è morto subito. Le accuse ipotizzate dalla procura dei Minorenni di Napoli nei confronti del giovane bloccato dalla Polizia, secondo organi di stampa,  sono di concorso in omicidio, porto e detenzione di arma da fuoco. 

Previous MONDIALI IN RUSSIA :SARA' LA COMPETIZIONE PIU' COSTOSA DI SEMPRE !
Next UN GIOVANE NIGERIANO DI 17 ANNI RESIDENTE A CASERTA PERDE LA VITA ANNEGANDO IN PISCINA NELLA VILLA DOVE LAVORAVA

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

SALERNO: E’ MORTO L’ALBANESE COLPITO DA UN CARABINIERE

È deceduto, purtroppo,  l’albanese 42enne che  è stato colpito accidentalmente da un carabiniere della Compagnia di Battipaglia durante la fuga a bordo di un’auto rubata. Il ferimento era avvenuto nel

Qui ed ora

“Evoluzione Digitale, Siamo Pronti?”A Palazzo Nunziante Livio Varriale presenta il suo libro “La Prigione dell’umanita’”.

Convegno di grande spessore istituzionale, politico e sociale presso la sala Fideuram di Palazzo Nunziante, Piazza dei Martiri, dove si e’ svolta la presentazione del libro del giornalista Livio Varriale “La prigione

Qui ed ora

GUERRA FRA LA BOLDRINI E LA MELONI SULLA VIOLENZA SESSUALE CONSUMATA A RIMINI. BOLDRINI:” E’ UN EPISODIO RIPUGNANTE”

La violenza sessuale, consumata sulla spiaggia di Rimini, che ha visto protagonisti una giovane polacca ed un ragazzo trans, è diventata terreno fertile di uno scontro tra la presidente della

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi