La Street Art iraniana colora le mura del Carcere di Secondigliano

<<Ciò che cerchiamo di ottenere non è “solo” arte, ma un cambiamento, una connessione tra le persone e i territori>>: è questa la filosofia che c’è dietro il lavoro del collettivo iraniano Eastreetart, che proprio nella giornata di oggi ha terminato un murale sulle mura esterne del Carcere di Secondigliano, a Napoli. L’opera di street art, che porta la firma dell’artista iraniano Nafir, è un “omaggio culturale” che la nostra cooperativa ha offerto all’istituto penitenziario con il quale in questi anni abbiamo creato una solida collaborazione attraverso iniziative e progetti che hanno coinvolto i detenuti, nello specifico il loro reinserimento sociale e lavorativo (vedi ad es. il progetto CampoAperto).

Previous Serie A :Commisso e' il nuovo proprietario Fiorentina
Next M5S, Cirillo: “Castellammare, balneabilità a rischio. Subito misure per avviare la bonifica”

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Iran, arrestate spie addestrate dalla Cia. Carcere e condanne a morte

“Diciassette spie addestrate dalla Cia sono state identificate e arrestate in Iran”. Lo rende noto Farsnews citando il direttore generale del dipartimento di controspionaggio del ministero dell’Intelligence. Nei confronti degli

Economia e Welfare

PARIOTA:”IL DIALOGO TRA SORDI PORTA IN CARCERE!”

Tre ore dietro le sbarre per non aver capito che quattro coperchi dei rispettivi barattoli si pagavano a parte. Un incubo per padre e figlia arrestati in un grande magazzino

Economia e Welfare

AL CENTRO HURTADO DI SCAMPIA INCONTRO SUL REFERENDUM COSTITUZIONALE

Incontro sul REFERENDUM COSTITUZIONALE con Emanuele Rossi costituzionalista e giurista Mercoledì 9 novembre 2016 ore 19.00 Centro Hurtado Modera Fabrizio Valletti Da più di trent’anni il tema delle riforme della

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi