La Telecom convoca l’ assemblea per il 24 aprile. Il Ministro Calenda : “Sarebbe in procinto di avviare con il possibile coinvolgimento di fornitori straniere (es.francesi e cinesi) non operanti in questo settore e senza dipendenti in Italia”

Tim ha ufficialmente convocato l’assemblea del 24 aprile. L’ordine del giorno dell’assemblea è particolarmente nutrito: oltre che sul bilancio e sul collegio sindacale i soci, dovranno esprimersi sulla relazione sulla remunerazione, sul piano di incentivazione al management e a Genish, sul conferimento dell’incarico di revisione per il periodo 2019-2027 e sulla nomina di un amministratore (Genish, cooptato in consiglio dopo l’uscita dell’ex ad Flavio Cattaneo).Chiamata, tra l’altro, ad approvare il bilancio ed eleggere il collegio sindacale. Due lettere sono state inviate dal ministro dello Sviluppo Carlo Calenda ai vertici di Tim per chiedere chiarimenti urgenti sui ribassi richiesti ai fornitori di servizi e applicati anche ai servizi di call center. Il ministro sembra inoltre temere in modo particolare possibili nuove gare a ribasso che il management di Tim “sarebbe in procinto di avviare con il possibile coinvolgimento di fornitori straniere (es.francesi e cinesi) non operanti in questo settore e senza dipendenti in Italia“. Il ministro , quindi chiede un riscontro urgente.

Previous SI TORNA A SPARARE NEL CUORE DI NAPOLI : DANNEGGIATE DUE AUTOMOBILI IN VIA DELLA PIGNASECCA
Next "Letras & Marcas. Calligrafia & Branding": dal 14 marzo al 21 aprile 2018 presso la Sala Dalí - Instituto Cervantes

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

NASCE “GIOCO DI SQUADRA”, LA ONLUS A FIANCO DEGLI “ULTIMI”. PRESENTAZIONE IL 12 MARZO PROSSIMO A SAN GIORGIO A CREMANO

Sabato 12 marzo nella suggestiva location di Villa Bruno a San Giorgio a Cremano, si alzerà il sipario su Gioco di Squadra, una Onlus guidata da un principio che campeggia

Economia e Welfare

Puliamo il Mondo di Legambiente. Iniziativa nazionale a Bagnoli

«Una mobilitazione civile, entusiasta con cittadini, comitati, associazioni che si sono sporcati le mani e con passione e sudore hanno voluto raccontare la Campania concreta che spesso non fa notizia

Economia e Welfare

ITALIA: I CONCORSI PUBBLICI COSTANO MILIONI DI EURO E CHI E’ LAUREATO VIENE TAGLIATO FUORI

I concorsi pubblici, costano 100 milioni di euro al mese, alle tasche dello Stato. Non solo, i sindacati sono sul piede di guerra perché sostengono che tagliar fuori chi non

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi