L’accordo urbanistico per Bagnoli ha l’imprimatur del Quirinale.

Bagnoli ha ora l’ìmprimatur del Quirinale. L’accordo urbanistico, il cosiddetto Praru,  che era stato siglato lo scorso 14 giugno  in sede di conferenza dei servizi, ha avuto il via libera di Sergio Mattarella, sotto forma di un Decreto del Presidente della Repubblica. Il testo dispone specificamente che “ai sensi di quanto previsto  dall’articolo 33, comma 10 del decreto legge del 12 settembre 2014, numero 133 (è il famosoa articolo all’interno dello “Sblocca Italia” con il quale, ai tempi del governo Renzi, venne deciso anche il commissariamento per l’area di Coroglio, ndr), è approvato lo stralcio urbanistico del programma di risanamento ambientale e di rigenerazione urbana, come adottato dal Commissario straordinario  di governo per la bonifica ambientale e rigenerazione urbana dell’area di rilevante interesse nazionale Bagnoli-Coroglio”.

Previous Di Maio non svela come ha votato sulla piattaforma. Orlando nel PD si tira fuori,entra l'altra vice di Zingaretti De Micheli.
Next Llorente svincolato dal Tottenham arriva al Napoli, dopo aver vinto due scudetti con la Juve e l'Europa League con il Siviglia

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

CORPO FORESTALE, NASCE LA FEDERAZIONE RINASCITA FORESTALE E AMBIENTALE

L’unione fa la forza. Non tarda ad arrivare la risposta di migliaia di ex Forestali alla Riforma Madia, che in un colpo solo ha cancellato la storia, il patrimonio ed

Economia e Welfare

PIL IN AUMENTO DEL 0,4%, GENTILONI:” ANCHE OGGI ARRIVANO BUONI SEGNALI ECONOMICI: MI AUGURO CI CONSENTONO DI PROSEGUIRE LA STRADA PER ASSICURARE ALTRE RISORSE CONTRO LA POVERTA’ E L’ESCLUSIONE SOCIALE”

Nel secondo trimestre del 2017 il Pil,è aumentato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dell’1,5% nei confronti del secondo trimestre del 2016. L’Itast infatti, rinconferma le stime dell’agosto 2016

Economia e Welfare

Nasce a Secondigliano il Centro di ascolto per le famiglie dei detenuti

Il nuovo centro di ascolto per le famiglie dei detenuti di Secondigliano diventa realtà. Nata per rispondere a diverse esigenze, la struttura, che sorgerà accanto alla Casa Circondariale napoletana, sarà

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi